Grande opera

Nodo di San Benigno, nuovo fine lavori fissato all’estate 2022

Autostrade ha dovuto elaborare due varianti, una per mantenere la rampa di via Cantore e l'altra per la creazione di un passaggio per i mezzi pesanti su lungomare Canepa

Genova. In teoria avrebbero dovuto essere quasi conclusi, ma i lavori per la sistemazione del nodo di San Benigno, snodo nevralgico tra autostrada, viabilità ordinaria e porto di Genova hanno un nuovo orizzonte temporale: estate 2022.

Lo ha detto Marco Centolani, project manager di Aspi, durante la commissione consiliare che si è svolta oggi in Comune a Genova sul tema della grande opera. Gli ultimi ritardi dei lavori rispetto a un disegno sviluppato nel lontano 2001 sono stati legati alla definizione di due grosse varianti del progetto.

La prima riguarda il mantenimento della rampa da via Cantore alla soprelevata (nel marzo 2018 nei due giorni di simulazione dell’ipotetica chiusura il traffico in città era andato in tilt). La seconda variante è relativa alla creazione di uno svincolo a “S”, soprelevato, che colleghi in maniera dedicata i mezzi pesanti in uscita dal casello di Genova Ovest con i varchi portuali.

Per consentire di mantenere la rampa di via Cantore, ha spiegato il tecnico di Autostrade, sarà necessario intervenire su un tratto di strada soprelevata oggi esistente ma vietato ai mezzi oltre le 2,5 tonnellate. A valle del parere positivo del comune di Genova sul progetto di variante, i primi lavori propedeutici sono stati avviati il 15 luglio scorso.

Più informazioni
leggi anche
  • Storia infinita
    Incubo viabilità a Genova, ora anche il nodo di San Benigno rischia lo stop
  • Viabilità
    Nodo di San Benigno, via libera dal Governo: a gennaio ripartono i lavori
  • Viabilità
    Nodo di San Benigno, ripartono i lavori ma sul cantiere pesa l’incognita Autostrade
  • Stallo
    Nodo di San Benigno, lavori ancora fermi: quando il “modello Genova” funziona al contrario
  • Tutto vero
    Nodo di San Benigno, il cantiere riparte (stavolta sul serio): tre anni di lavori per la nuova viabilità