Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mare e scienza, ad Arenzano incontri con ricercatori e una conferenza in diretta subacquea

Un ricco programma per le serate di luglio e agosto

Più informazioni su

Arenzano. Si parlerà di pesca sostenibile, di fauna marina e di come le correnti marine influenzino il territorio durante la manifestazione Arenzano incontra il mare. Una serie di conferenze scientifiche informali e divertenti tenute da ricercatori CNR e divulgatori nel campo delle scienze marine per conoscere, per rispettare, per amare, per proteggere il mare che abbiamo di fronte agli occhi e nel cuore.

La manifestazione è organizzata da Associazione pesca sportiva le Cascine, Associazione il Paguro, Associazione la Scurpena, Circolo velico Sirombra e Società pesca sportiva Vecchia Arenzano per la cittadinanza, in collaborazione con Scientificast e la cooperativa Ziguele.

Un appuntamento per i sabati di Luglio (5, 12 e 19 Luglio) presso la sala Multifunzione della
Bocciofila Toso, a partire dalle 20,45. Il 19 Agosto la manifestazione si concluderà con l’ultimo appuntamento un documentario in diretta dal fondo del mare per la cittadinanza in via Bocca alle ore 21.

Generica

Il 5 Luglio ad aprire la manifestazione una conferenza dal titolo Andare contro corrente: l’importanza di vortici e filamenti per il mare. “Le correnti marine trasportano e disperdono in mare diversi tipi di sostanze, quali inquinanti, nutrienti, sedimenti, larve e piccoli organismi. La variabilità di queste strutture controlla la dispersione delle sostanze in mare e il suo studio risulta fondamentale per gestire al meglio l’ambiente marino che ci circonda.” Dice Marcello Magaldi dell’ISMAR CNR relatore del primo incontro “Basti pensare ad esempio agli sversamenti accidentali di idrocarburi che hanno interessato i nostri mari sia in epoca recente che passata: dal caso della
petroliera Haven nel 1991 allo scontro tra il traghetto Ulysse e la portacontainer Virginia avvenuto a largo delle coste settentrionali della Corsica nell’ottobre scorso. Misurare le correnti in mare rimane un’operazione molto delicata e costosa, che richiede un elevato tasso di specializzazione. Mostreremo e discuteremo, a livello divulgativo, i diversi metodi di misurazione delle correnti, illustrando anche quelli più innovativi e la rete radar costiera di prossima realizzazione sul territorio Ligure.”

Il 12 luglio le Ziguele presenteranno una serata a titolo LIGURIA PESCATORI DI TRADIZIONE. La cooperativa Ziguele dà particolare attenzione alla divulgazione e sensibilizzazione delle conoscenze sull’ambiente marino, la conservazione e tutela del mare, delle sue risorse e le buone pratiche del turismo sostenibile. “La Liguria è una terra caratterizzata da molteplici attività di pesca, molte delle quali ancora resistono immutate grazie alle loro caratteristiche di sostenibilità.” Dice Maddalena Fava delle Ziguele. “Nel corso dell’incontro sarà dato spazio alla pesca tradizionale ligure e verrà realizzato un approfondimento sulla Tonnarella di Camogli: l’ultima Tonnarella attiva nel mediterraneo”.

Il 19 Luglio sarà presentata la conferenza dal titolo I pesci del Mar Mediterraneo e del Mar Ligure a cura di Marino Vacchi dell’IAS CNR. “Il Mediterraneo è uno straordinario hot spot di biodiversità marina. La fauna ittica è estremamente diversificata e comprende centinaia di specie. Attualmente l’impatto delle attività umane e il cambio climatico incidono in modo sostanziale sulla consistenza di molte popolazioni e sul ciclo vitale di un notevole numero di specie. Molti pesci, un temp comuni nelle nostre coste, risultano attualmente molto rari o scomparsi. Al contempo si sta assistendo all’arrivo di nuove specie ittiche provenienti perlopiù da zone tropicali extra mediterranee attraverso lo stretto di Gibilterra e il Canale di Suez. L’espansione di queste pesci “alieni” è favorita dall’attuale situazione di riscaldamento, un fenomeno noto come tropicalizzazione del mediterraneo, fondamentalmente legato ai cambiamenti climatici in corso”.

Il 19 Agosto in via Bocca alle ore 21 si svolgerà uno spettacolo di video barca dal titolo IL MARE IN PIAZZA aperto a tutta alla cittadinanza. L’evento consiste in un vero e proprio documentario in diretta dai fondali dell’Area Marina Protetta di Portofino: un videoperatore subacqueo, grazie ad un sofisticato sistema di comunicazione, oltre a trasmettere le immagini della sua immersione, interagisce con pubblico e con il divulgatore presente in piazza. Sarà il pubblico infatti, coadiuvato dal biologo a guidare il nostro esploratore subacqueo alla scoperta della biodiversità del mondo sommerso e portare in piazza ad Arenzano per una notte i fondali del mare. Arenzano incontra il mare è organizzato per la cittadinanza da un gruppo di associazioni che operano sul territorio di Arenzano in ambito marino: Associazione pesca sportiva le Cascine, Associazione il Paguro, Associazione la Scurpena, Circolo velico Sirombra e Società pesca sportiva Vecchia Arenzano.

Gli eventi sono organizzati con il supporto tecnico e scientifico di Scientificast e della cooperativa Ziguele che operano sul campo nazionale per la divulgazione corretta ma divertente della scienza in tutte le sue forme.