Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lungomare Canepa, le criticità degli abitanti arrivano in Senato. Interrogazione a ministri sanità, ambiente e infrastrutture

L'iniziativa della senatrice pentastellata Elena Botto

Genova. “Ho depositato in Senato una interrogazione ai Ministri delle infrastrutture Toninelli, della sanità Grillo e dell’ambiente Costa per spiegare quanto sta accadendo sul lungomare Canepa”.

Così Elena Botto, Senatrice genovese del MoVimento 5 Stelle, che ha presentato un’interrogazione sulle criticità della nuova Gronda a Mare”: “Nel luglio 2017 i cittadini hanno preso coscienza – continua la Senatrice – che gli intendimenti progettuali non corrispondevano all’idea di rilancio e riqualificazione loro promessa e hanno proceduto ad effettuare una documentazione, studio e divulgazione circa le criticità del progetto, sfociata nella presentazione dei dati nell’assemblea pubblica del 23 marzo 2018 del Comitato Lungomare Canepa. Fra le criticità emerse ci sono l’inquinamento acustico e atmosferico generato dalla strada, l’assenza di una fascia di rispetto tra strada e abitazioni e la futura e pressoché totale impermeabilità della strada rispetto al quartiere che minaccia di generare ancor più pesanti effetti sul tessuto economico e sociale di quanto già non stia accadendo”.

La Botto spiega il quesito dell’interrogazione: “Ho dunque chiesto ai Ministri da me interrogati se siano a conoscenza dei fatti esposti e quali iniziative di competenza intendano adottare per ovviare ai problemi evidenziati e se nei limiti delle proprie attribuzioni, intendano agire per la tutela della salute, dell’ambiente e delle infrastrutture genovesi anche prevedendo la realizzazione di una opportuna infrastruttura di protezione quale una galleria fonoassorbente ad abbattimento degli inquinanti, eventualmente addebitandone il relativo costo al gestore autostradale che sta beneficiando del raccordo urbano e che continuerà a beneficiarne fino al completamento del nuovo ponte” conclude la senatrice genovese.