Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Jova Beach Party, Rapallo si candida: palco galleggiante su chiatta davanti al lungomare

Il sindaco Bagnasco: "Pronti a fare la nostra parte per non deludere i fans di Jovannotti e salvare la tappa ligure"

Più informazioni su

Genova. Un palco mobile, installato su una chiatta galleggiante, che potrà essere posto davanti al grande lungomare rapallese, per far vivere il concerto più atteso dell’estate per la nostra regione.

Questa la proposta che arriva da Rapallo per ovviare ai recenti problemi che hanno fatto saltare il concerto ligure del tour sulle spiagge italiane di Jovanotti, che sarebbe dovuto andare in scena il prossimo 27 luglio sull’arenile di Albenga.

Ma in questi giorni estivi, con il caldo alle stelle, il problema è diventato anche “politico” con numerose dichiarazioni da parte di numerosi esponenti dei vati schieramenti: per una stagione che turisticamente parlando potrebbe essere avara di soddisfazioni, infatti, portare a casa un evento così seguito e atteso potrebbe essere il “colpo dell’estate”.

E quindi ci prova anche Rapallo. Il sindaco CArlo Bagnasco è stato perentorio: un palco su una chiatta e tutto il lungomare come arena. Un modo anche per rilanciare l’immagine di quelle spiagge, che a ottobre sono diventate l’ultimo approdo di centinaia di barche gettate alla deriva dalla mareggiata che ha colpito le coste liguri lo scorso ottobre. “Siamo pronti a fare la nostra parte per non deludere i fans di Jovannotti e salvare la tappa ligure del suo”Jova Beach Party” – ha dichiarato rilanciando l’idea.

Una proposta che ha scatenato qualche malumore: l’opposizione M5s in comune ha ricordato come la proposta di una dotazione logistica galleggiante per grandi eventi fosse nel programma pentastellato: “Siamo contento – commentano sarcasticamente – speriamo che il sindaco copi anche altre parti del nostro programma”.