Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incidente porto Savona, sciopero portuali e marittimi liguri. Oggi rischio caos per le navi in partenza

Dopo la morte del marittimo, si fermano i porti della regione

Genova. A seguito del gravissimo incidente mortale avvenuto nel pomeriggio odierno sulla M/N Elektra, nel porto di Savona, che ha visto coinvolto un marittimo della nave stessa, le maestranze hanno dichiarato sciopero immediato di tutti i marittimi sulle navi attraccate ai porti di Genova, Savona e Savona Porto Vado, La Spezia con le seguenti modalità:

Lo sciopero avrà le seguenti modalità: per i porti di Genova e La spezia, per tutte le navi in partenza nella giornata di oggi, 19 luglio, due ore di ritardo sull’orario previsto.

Porto di Savona e Savona Porto Vado alle ore 16.00 del 18 luglio 2019 alle 16.00 del 19 Luglio 2019 tutte le navi ritarderanno la partenza di quattro ore.

Oltre allo sciopero dei marittimi ci sarà lo sciopero dei portuali: Filt Cgil Fit Cisl e Uiltrasporti Genova hanno proclamato dal primo turno di stamattina le prime 2 ore di sciopero per ogni prestazione della giornata per i lavoratori portuali.

Quella di oggi quindi, giornata clou per le partenze dei traghetti dei vacanzieri, potrebbe essere una giornata a rischio caos con ripercussioni anche sulla viabilità cittadina.

“Denunciamo la scarsità di precauzioni per i lavoratori portuali e marittimi degli scali Genova e Savona – scrivono in una nota unitaria i sindacati – riteniamo necessari che i controlli sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori marittimi e portuali siano aumentati”.