Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Eccidio di Cichero, le celebrazioni per ricordare il massacro nazifascista del luglio 1944

Furono fucilati sette partigiani e il paese fu incendiato per rappresaglia. Le cerimonie sabato 20 alle ore 10,30

Genova. Sabato 20 luglio, alle ore 10.30 a Cichero (San Colombano Certenoli), si terrà la cerimonia commemorativa in ricordo del sacrificio di Cichero, decorato di croce di guerra al Valor Militare.

Nell’estate del ‘44 la continua crescita delle fila del movimento partigiano preoccupa seriamente il comando tedesco. Verso la metà del mese di luglio, giunge nella valle di Cichero la banda Gigi, composta da Ss e militi fascisti. Al comando del maresciallo Josef Peters, travestiti da partigiani, ha il compito di raccogliere informazioni e infiltrarsi tra le file del locale movimento partigiano.

Il 16 luglio, vistisi scoperti, danno il via ad un rastrellamento in cui catturano 7 partigiani appartenenti alla sezione stampa appena giunti in zona e ancora poco armati. I patrioti catturati vengono condotti in località Gnorecco e fucilati dopo essere stati costretti a scavarsi la fossa. Per rappresaglia, nei confronti della popolazione di Cichero, colpevole di solidarietà con i partigiani, vengono razziate le case e appiccato il fuoco all’intero abitato.

Fu proprio a Cichero, alle pendici del monte Ramaceto, che all’indomani dell’8 settembre prese corpo la formazione partigiana che, guidata da Aldo Gastaldi “Bisagno” e Giovanni Serbandini “Bini”, avrebbe poi assunto l’omonimo nome, divenendo una tra le più importanti divisioni partigiane.

L’Amministrazione Comunale di Genova sarà rappresentata dal consigliere delegato Francesco Maresca, che sarà accompagnato dal Gonfalone della Città di Genova

Programma della manifestazione:

ore 10.30: Messa presso Cappella di Villa Grande
Corteo alle lapidi dei caduti
Deposizione corone

Saluto di Giovanni Solari, Sindaco di San Colombano Certenoli
Orazione commemorativa di Laura Repetto, assessore Comune di Busalla

(Foto presa dal sito Pietre della Memoria)