Quantcast
I provvedimenti

Demolizione ponte Morandi, la Procura dissequestra la pila 8

Con tre precedenti provvedimenti dissequestrata quasi tutte le "macerie" frutto dell'implosione di fine giugno

Generica

Genova. La Procura di Genova ha dissequestrato la pila 8 del ponte Morandi che era stata smontata tra il 22 e il 23 luglio. Il provvedimento di dissequestro è stato firmato ieri dal procuratore della Repubblica Franco Cozzi, dopo aver sentito il parere il periti e consulenti. Con tre precedenti provvedimenti rispettivamente del 2, 7 e 12 luglio, invece, sono state dissequestrate dal sostituto procuratore Massimo Terrile, che coordina l’inchiesta sul crollo del ponte, le macerie delle pile 10 e 11, fatte implodere il 28 giugno compreso il cavalletto della pila 10 che era finito su via Fillak.

I provvedimenti tuttavia, escludono dal dissequestro alcune porzioni di macerie che vengono via via trasportate nell’hangar dei reperti per essere analizzate nel corso dell’incidente probatorio sullo stato del ponte Morandi al momento del crollo e sulle cause del crollo stesso.