Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Comizio Casapound del 23 maggio: 40 vigili impiegati e 30 ore di straordinario

La risposta sui "costi" per il Comune di Genova della contestata chiusura della campagna elettorale del partito di estrema destra. Ben superiori i costi per polizia e carabinieri

Genova. Una quarantina di vigili in servizio ordinario, 37 per la precisione, e 30 ore di straordinario complessive. Questo il costo i termini di polizia locale del contestato comizio di CasaPound del 23 maggio. Contestato in piazza dai manifestanti antifascisti ma contestato formalmente anche dai rappresentanti delle istituzioni che avevano chiesto al sindaco Marco Bucci di non autorizzare la piazza.

A chiedere conto dei costi relativi alla polizia locale (l’unica di competenza del Comune di Genova) erano stati i capogruppo di maggioranza del municipio Ponente Filippo Bruzzone di A Sinistra, Giovanni Battista Sacco della lista Crivello e Ugo Truffelli del Pd.
Il comandante Gianluca Giurato spiega nella risposta alla richiesta che senza la concomitanza di altri due eventi il personale impiegato sarebbe stato di 8 unità.

Se il costo della polizia locale è stato tutto sommato contenuto difficile dire lo stesso per ciò che riguarda il costo e gli straordinari degli oltre 200 agenti impiegati dalla fine mattina alle 22 di sera del 23 maggio, nonché degli “alari” fatti arrivare da fuori Genova per un comizio a cui hanno partecipato 20 persone. In questo caso tuttavia sui costi potrebbe rispondere solo il ministero dell’Interno.