Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centro storico, in arrivo pulizie straordinarie, controlli su commercio e task force contro gli affitti in nero

Pronto il piano sinergico antidegrado presentato dal Comune di Genova

Genova. Il Comune di Genova ha costituito una task force composta da Agenzia delle Entrate, Iren, Amiu insieme al nucleo operativo antievasione e quello vivibilità per attivare una serie di controlli contro gli affitti in nero nel centro storico, compresi quelli turistici. Sarà attiva a partire da settembre ed è una delle novità del piano sinergico antidegrado messo a punto dagli assessorati alla Sicurezza, all’Ambiente e al Commercio. “Contro il business delle topaie – dice l’assessore alla Sicurezza Stefano Garassino – che vede appartamenti affittati anche a più di dieci persone, magari irregolari sul territorio nazionale, questa task force nasce dall’esigenza anche igienica di sapere quante persone, davvero, vivono nella zona vecchia della città”.

Il piano è stato presentato questa mattina anche alla presenza degli assessori al Commercio Paola Bordilli, all’Ambiente Matteo Campora e del presidente del municipio Centro Est Andrea Carratù. L’idea, realizzata anche con fondi dedicati del Decreto sicurezza – nasce e sviluppa ulteriormente l’esperimento avviato nella zona di Sottoripa e prevede anche un calendario di interventi sul fronte della pulizia e del controllo della legalità nonché un potenziamento dei controlli su commercio illegale e movida.

In programma anche la creazione di squadre di volontari o persone che possano svolgere lavori di pubblica utilità per la manutenzione dei luoghi pubblici a supporto di municipio e Aster e un team di mediatori sociali.

Generica

Le azioni saranno condotte in ambiti territorialmente definiti, selezionati sulla base di priorità e delimitati modulando le risorse necessarie al fine di garantire l’efficacia dell’intervento. Inizialmente, le aree oggetto del piano d’intervento sono corrispondenti ai territori con situazioni di maggior degrado dal punto di vista ambientale, sociale e territoriale:
Via Turati, Via di Sottoripa, Piazza Caricamento, Piazzetta Jacopo da Varagine;
Via Prè, Via San Luca, Vico dietro il Coro di San Luca, Piazza Banchi, Via Canneto il Lungo, Via Canneto il Curto, Via dei Giustiniani;
Vico delle Mele, Vico delle Vigne, Piazza delle Vigne, Vico del Fornaro, Vico della Posta Vecchia;
Piazza di Pellicceria, Vico Spinola, Vico della Scienza;
Via della Maddalena, Vico della Rosa, Via dietro il Coro della Maddalena.

Il Piano prevede anche un “orizzonte” di medio termine con lo sviluppo di Progetti analoghi a “Insieme per Sottoripa” anche per altre zone (San Luca, Piazza delle Vigne, Vico Mele, Via del Campo e vicoli limitrofi), il potenziamento di sistemi video sorveglianza e la creazione – a supporto dell’attività ordinaria di Amiu – di equipe antidegrado sulla scorta dei positivi risultati del progetto di inclusione sociale Genova Pulita, promossa da Amiu, Associazione Terre Nuove e Parrocchia delle Vigne.