Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campionati mondiali, 14-6 alla Cina: Setterosa ai quarti

Prosegue il cammino vincente delle azzurre

Rapallo. Percorso netto del Setterosa vicecampione olimpico che batte la Cina per 14-6, chiude al primo posto il girone D e raggiunge in anticipo i quarti di finale dei campionati mondiali in svolgimento a Gwangju.

Le azzurre torneranno in vasca lunedì 22 luglio alle ore 18,30 locali, le 11,30 italiane, presumibilmente contro la perdente di Ungheria-Russia, ultimo incontro del calendario odierno che definirà i primi due posti del girone B (la seconda affronterà la terza del girone A, quasi sicuramente la abbordabile Nuova Zelanda).

Partita gestita sin dai primi minuti e vittoria convincente dell’Italia che sembra più sciolta rispetto ai 10-9 e 9-7 inferti rispettivamente ad Australia e Giappone. Le azzurre piazzano un break di 4-0 per il 5-1 con tre gol di Garibotti (due da fuori), fino alla meravigliosa beduina di Xiong per il 5-2 di inizio secondo tempo. Poi allungano sul 9-2 con due diagonali della mancina Emmolo che arrivano mantenendo elevate le percentuali in superiorità numerica: 4 su 5 e un rigore contro 1 su 4.

Jing Zhang interrompe la striscia e segna il 9-3 a metà terzo tempo, ma in chiusura di parziale il Setterosa raggiunge anche il più 8 con Viacava (12-4) servita direttamente da Gorlero, autrice di ottimi interventi. Il resto è gestione del tempo, risultato ed energie col rigore di Bianconi (13-5) e il gol di Viacava (14-6) per il 5 su 7 più 2 rigori in superiorità numerica e l’esordio di Lavi che salva la porta in inferiorità e resta imbattuta.

Le dichiarazioni del ct Conti: “Abbiamo raggiunto il primo obiettivo di vincere il girone e non era scontato. Al di là delle previsioni Australia, Giappone e Cina rappresentano avversari di livello che non ti consentono di pensare di aver vinto prima di scendere in vasca. A differenza delle prime due partite, abbiamo giocato meglio in difesa grazie alla collaborazione di tutte, con lucidità in attacco e capacità di colpire l’avversario nei momenti che potevano consentire alla Cina di rientrare nel punteggio. Nei prossimi tre giorni lavoreremo in attesa dei quarti di finale. In questo momento, a parte forse gli Stati Uniti, la pallanuoto ha molte squadre al mondo di pari livello. Tra queste vi sono sono sia Russia sia Ungheria. Quindi non ho preferenze. Se desideri raggiungere traguardi importanti devi augurarti che il calendario ti ponga contro le più forti. La forza di questa squadra è il gruppo. Abbiamo recuperato Chiappini ed Emmolo, che vengono da infortuni e minuti in allenamento persi. Ora inizia la vera battaglia”.

Le dichiarazioni di Viacava: “È stata una bella partita, di riscatto rispetto agli errori commessi col Giappone. Abbiamo giocato molto bene in difesa ed in attacco abbiamo gestito il tempo, le azioni. E’ un bel passo in avanti. Sono contenta per la mia prima doppietta in nazionale. Ringrazio il ct Conti per la fiducia che ripone in me e le compagne perché senza di loro non sarebbe stato possibile. Desidero rivolgere un ringraziamento particolare a Tabani che mi ha sostenuto durante tutta la preparazione, inducendomi a lavorare e dandomi tanti consigli. Il torneo è ancora lungo e speriamo che ci riservi soddisfazioni”.

Il tabellino:
Italia – Cina 14-6
(Parziali: 5-1, 3-1, 4-2, 2-2)
Italia: Gorlero, Tabani 3, Garibotti 3, Avegno, Queirolo, Aiello 1, Picozzi, Bianconi 2, Emmolo 2, Palmieri, Chiappini 1, Viacava 2, Lavi. All. Conti.
Cina: Peng, Wang Xinyan 1, Mei, Xiong 2, Niu, Guo, Wang Huan 1, Zhang Cong, Zhao, Zhang Danyi, Chen 1, Zhang Jing 1, Dong. All. Gong Dali.
Arbitri: Deslieres (Can) e Peris (Cro).
Note. Uscita per limite di falli Wang Xinyan a 2’40” del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 5 su 7 più 2 rigori segnati, Cina 1 su 7.

Clicca qui per consultare il play by play.