Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Annullata dal Tar gara per pronto soccorso di Cairo e Albenga, Viale: “Riapriranno comunque”

Secondo l'assessore alla Sanità si è trattato di un errore procedurale

Genova. “I pronto soccorso di Cairo e Albenga comunque riapriranno. Ci adegueremo alle indicazioni del Tribunale, si tratta di una questione tecnica e di procedura. Occorre attendere le motivazioni ma da una prima lettura del dispositivo della sentenza si tratta di errore procedurale che non comporta la necessità di rifare l’intera gara. Il percorso va avanti: riapriremo i pronto soccorso di Cairo e Albenga e salveremo i due ospedali. Questo è l’impegno che mantengo”.

Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale in merito alla sentenza del Tar Liguria sull’assegnazione della gestione degli ospedali Santa Maria di Misericordia di Albenga e San Giuseppe di Cairo Montenotte.

La gestione per una durata di sette anni (prorogabili per ulteriori cinque) era stata vinta dall’Istituto Ortopedico Galeazzi grazie a un’offerta con il 5 per cento per cento di sconto sul prezzo a base d’asta e a una valutazione da 60,15 punti per l’offerta tecnica, superando l’unico concorrente presente, appunto il Policlinico, che pur avendo presentato un’offerta con il 5,55 per cento di sconto sul prezzo a base d’asta aveva ottenuto solo 53,39 punti per l’offerta tecnica. Nella graduatoria finale, quindi, composta dai punteggi di offerta tecnica ed economica, l’istituto Galeazzi con 87,42 punti aveva battuto il Policlinico di Monza con 83,39 punti. L’avvocato del Policlinico però ha contestato la parte finanziaria dell’offerta del Galeazzi, sostenendo che erano stato indicati dei ricavi aggiuntivi sovrastimati per quasi 80 milioni di euro, legati principalmente alla chirurgia plastica e alla cardiologia.