Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

50 orfani dalla Bosnia a Genova in visita al Museo del Mare e alla caserma dei vigili del fuoco

Più informazioni su

Genova. Lunedì 22 luglio una cinquantina di ragazzi provenienti dagli orfanotrofi di Sarajevo, di Mostar e dell’area di Srebrenica, a Genova per partecipare al campo estivo nell’ambito del progetto “Tutti insieme sotto lo stesso tetto”, in visita il Galata Museo del Mare e alla caserma dei vigili del fuoco.

La gita è stata possibile grazie alla disponibilità dell’Associazione Fabio Vita nel Mondo, dell’Associazione Promotori Musei del Mare, dei Vigili del Fuoco e della Cooperativa Radio Taxi 5966 che trasporterà i ragazzi dal Monte Fasce, sede del campo, e ritorno.

“Due scuole sotto un tetto”: L’Associazione Fabio Vita nel mondo nel campo estivo 2019 ha deciso di concentrare i suoi sforzi nella “lotta” al fenomeno della segregazione scolastica delle “due scuole sotto un tetto” volto a garantire la divisione su base etnica degli studenti anche all’interno delle medesime strutture scolastiche. Il fenomeno delle “due scuole sotto lo stesso tetto” è un vero e proprio caso di segregazione sociale, basato ancora oggi sulla “appartenenza etnica” degli studenti.

Secondo tale programma, la cui durata sarebbe dovuta essere temporanea, gli studenti di etnie differenti frequentano le lezioni in classi separate e con professori diversi, seppur all’interno dello stesso edificio. La forte caratterizzazione etnica dell’insegnamento fa sì che i libri di testo siano differenti per ciascuna delle tre popolazioni del Paese.

Tutte le attività del campo sono volte a dare ai bambini e ragazzi bosniaci spunti di riflessione che si possano trasformare in stimoli critici ad una visione unilaterale del mondo in cui vivono e che possa arrivare a creare in ognuno di loro la consapevolezza dell’esistenza di una serie infinita di punti di contatto che l’esperienza di vita insieme trascorsa al campo gli ha dimostrato.