Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Taekwondo: Francesco Volpe e Melissa Terrasi a caccia del titolo italiano giovanile foto

Sono portacolori della scuola Olympic Center di Chiavari guidata dal maestro Christian Giglio

Chiavari. Tutto pronto per il campionato italiano giovanile Kim&Liù di taekwondo, che si terrà a Roma sabato 8 e domenica 9 giugno.

Sarà presente anche quest’anno la scuola Olympic Center di Chiavari, guidata dal maestro Christian Giglio. A scendere sul campo di battaglia saranno i pluricampioni Melissa Terrasi e Francesco Volpe.

Considerati i risultati e la loro dedizione, i ragazzi sono stati premiati dal maestro che ha deciso di portarli a questo splendido evento.

Hanno iniziato un lungo periodo di preparazione tecnico-tattica già nel mese di marzo, per poi passare ad una preparazione atletica durissima sotto la guida della preparatrice Valentina Rizzi, che li ha aiutati a entrare nelle loro rispettive categorie di peso ed a aumentare forza velocità e resistenza.

“Sono molto emozionato – racconta Francesco -, la mia categoria è una delle più numerose, avrò oltre trenta atleti provenienti da tutta italia ma so che posso farcela, è la mia prima esperienza in una gara di così alto livello, ho voglia di vincere e cercherò di dare il massimo per me e la società. In più avrò la possibilità di vedere dal vivo gli atleti più forti del mondo che disputeranno il Grand Prix per guadagnare punti e qualificarsi alle Olimpiadi”.

A differenza di Francesco, Melissa ha già partecipato a questo evento: “Non sono per niente agitata racconta, l’anno scorso ho vinto cinque incontri di fila perdendo di 2 punti la finale, quest’anno voglio riuscire a vincere il titolo. Mi sono preparata tanto e non ho intenzione di fermarmi”.

“La gara sarà molto difficile, dovranno affrontare atleti provenienti da tutta Italia e anche dalla Croazia – spiega Christian Giglio -. I ragazzi sono pronti e motivati, io come tecnico sono orgoglioso di loro, non è da tutti avere una mentalità sportiva e determinata come la loro, soprattutto alla loro età”.