Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Surflivesaving, buone prestazioni per gli alfieri della Sportiva Sturla

Gli Assoluti di Surflivesaving e la Polisportiva Sturla: bene sia in campo maschile, sia in campo femminile, dove arrivano piazzamenti da podio.

Genova. La sfida azzurra, dopo l’assegnazione dello scudetto 2019, si è rinnovata in mare. Atleti e tecnici si sono ritrovati al Bagno 7 di Misano Adriatico a contendersi il titolo italiano assoluto di surflivesaving, ma il tempo non è loro alleato. Due giorni di pioggia e vento, l’acqua a 13 gradi e muta obbligatoria, la temperatura esterna che non è mai salita oltre i 18 gradi. Se doveva essere un test event per i prossimi europei e mondiali, si è rivelato molto probante.

La Sportiva Sturla come sempre non si fa trovare impreparata. Attacca gara dopo gara, finale dopo finale, impavida delle condizioni meteorologiche avverse, e chiude la kermesse al 3° posto della classifica società civile, 4° posto generale.

Martina Repetto è seconda a bandierine, terza a sprint e quarta a tavola. Carlotta Tortello ottava ad oceanwoman, decima a tavola, nona a sprint, undicesima a bandierine. Matilde Piatti settima a bandierine e dodicesima a tavola. Le tre ragazze, con l’inserimento della giovanissima Valeria Massa, conquistano un argento nella 4×90 sprint e nella staffetta torpedo. Martina e Carlotta sono terze anche nella staffetta tavola.

Non da meno il gruppo maschile. Simone Marangon ottavo a tavola. Lorenzo Lamagna decimo nell’oceanman e sesto nello ski, Andrea Ponte quattordicesimo nella stessa finale. Il giovane Lorenzo Omero undicesimo fra i big del frangente. Noah Erba sedicesimo a sprint.

Noah Erba, Andrea Ponte, Simone Marangon e Andrea Negrotto sfiorano il podio nella staffetta torpedo e sono quarti: i primi tre con Guido Parodi sono quarti anche nella 4×90 sprint. Andrea Negrotto e Andrea Ponte quinti a ridosso del podio anche nella staffetta tavola. Di nuovo un ottimo quinto posto nella staffetta ocean relay per Lorenzo Omero, Lorenzo Lamagna, Simone Marangon e Guido Parodi.

“Bravi ragazzi – scrive la società nel comunicato – ma le fatiche non sono finite. Da domani si riparte con la squadra al completo per i Campionati italiani di categoria di surflifesaving!”.