Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Raccolta rifiuti “barca a barca”, la sperimentazione al Marina di Chiavari Calata Ovest

Presto l'installazione del Seabin, il sistema di raccolta delle plastiche

Chiavari. Un servizio di raccolta rifiuti “barca a barca”, come accade per il porta a porta in città. Il marina Calata Ovest ha avviato questo progetto sperimentale per tutelare l’ambiente.

I diportisti, all’arrivo in porto, verranno informati sul servizio di raccolta svolto dal personale di Calata Ovest e invitati a differenziare i materiali riciclabili, come: plastica, vetro e alluminio. Saranno poi gli stessi addetti del porto a conferire i rifiuti nelle apposite isole comunali per la raccolta differenziata.

“Nella nostra concezione di porto come parte integrante della città, ci è sembrato importante e doveroso favorire la raccolta differenziata, contribuendo a diffondere e sviluppare sempre più una sensibilità ambientale e una cultura ecosostenibile ormai irrinunciabile e prioritaria – spiega Eugenio Michelino, amministratore delegato di Marina di Chiavari Calata Ovest – sempre nell’ottica della tutela dell’ambiente abbiamo ripristinato il sistema di recupero delle acque di sentina e delle acque nere e a breve collocheremo in porto il seabin, l’innovativo sistema di raccolta delle microplastiche presenti in mare”.