Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio Aero, aumenta la cassa integrazione. I sindacati: “Da Governo solo passerelle”

Manganaro: "A breve dovremo tornare in piazza per difendere Piaggio da chi vuole farla fallire"

Più informazioni su

Genova. Aumenta la cassa integrazione per i lavoratori di Piaggio Aero. Oggi l’az­ienda ha comunicato alla rsu un aumento delle gior­nate di cassa integrazione straordinaria: verranno coinvolti altri reparti come il delivery, la verni­ciatura e il laborato­rio dove tutti i lavoratori saranno in cassa due giorni a settimana.

L’azienda ha spiegato ai sindacati che la ragione della decisione sta nella dimin­uzione dei carichi di lavoro previsti. “Il totale delle persone coinvolte nella CIGS Piaggio Aero passa a quindi a 527 unità – commenta il segretario della Fim Cisl Alessandro Vella – Purtroppo in assenza di risposte che attendiamo da tempo da parte del governo non si ha visibili­tà sui carichi di la­voro oltre il 31 Lug­lio. Siamo tutti in attesa di una convocazione al MI.SE. per un aggiornamen­to sull’attività del tavolo tecnico atti­vo presso l’ammini­strazione difesa che definisca finalmente risposte concrete sulle commesse promesse per gli oltre 1200 lavoratori fra diretti e indotto come Laerh”.

“Il governo doveva fare i primi stanziamenti entro il 15 giugno – ricorda il segretario della Fiom genovese Bruno Manganaro – ma oggi è il 13 e nulla ancora è successo. L’azienda ci ha detto che questi numeri di cassa valgono fino al 31 luglio e poi potrebbero salire”. Per Manganaro “ rischiamo di essere di fronte all’ennesima presa in giro dopo la passerella elettorale del ministro Di Maio a Villanova d’Albenga e questo significa che presto saremo di nuovo a lottare per evitare il fallimento di Piaggio”.

Intanto domani i metalmeccanici di tutta Italia saranno in piazza con 8 ore di sciopero e manifestazioni a Milano, Firenze e Napoli. “La Fiom di Genova salirà a Milano con tre pullman – spiega Manganaro – Vogliamo difendere l’occupazione e vogliamo un aumento del salario. Questo è uno sciopero di avvertimento al governo e alle imprese di fronte al contratto dei metalmeccanici che sta per scadere”. “Domani saremo in piazza con 8 ore di sciopero generale – aggiunge Vella – per sollecitare il governo alle sue responsabilità sulle politiche industriali e occupazionali e per dare un futuro all’ industria e ai nostri giovani. Su Piaggio Aero, non ci sono scuse, il governo e il Ministro Di Maio si assumano le loro responsabilità”-