Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nave delle armi, approvato odg del Pd perché mai più ci sia un attracco a Genova

Più informazioni su

Genova. Il consiglio comunale di oggi ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno, già approvato all’unanimità dal consiglio regionale, sul transito nel porto di Genova di una nave che trasportava armi destinate al Medio Oriente, probabilmente da impiegare nella guerra in Yemen. La nave, battente bandiera saudita, ha attraccato a Genova lo scorso 20 maggio nonostante i tentativi da parte dei sindacati dei lavoratori portuali e delle associazioni pacifiste di impedirne l’ormeggio.

“E’ stata ignorata la legge 9 luglio 1990 n,185 secondo la quale le operazioni di esportazione, importazione e transito di armamenti sul suolo italiano sono consentiti solo nel rispetto dei principi della Costituzione, che ripudia la guerra – scrive il Pd – mentre sono espressamente vietate l’esportazione e il transito di materiali di armamento verso i Paesi i cui governi si rendono responsabili di gravi violazioni delle convenzioni internazionali in materia dei diritti umani”.

A seguito di tutte queste considerazioni la votazione unanime di oggi impegna il sindaco Bucci e la giunta a sollecitare, anche attraverso i parlamentari liguri, il parlamento italiano affinché, al pari degli Stati Europei, riconoscendo le gravi violazioni di diritto internazionale, si attivi presso la Regione Liguria perché promuova in conferenza delle Regioni un’iniziativa comune volta ad approvare una risoluzione di condanna verso i crimini di guerra commessi in Yemen e ad attivare con fermezza la normativa nazionale e comunitaria sul divieto di esportazioni e transito di armamenti verso lo Yemen.