Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nave dei migranti, Arci e Cgil: “Scelta sbagliata ma bene porti aperti alle persone”

Più informazioni su

Genova.  Una dura critica al governo, che ha scelto Genova, lontanissima dal punto di soccorso, per calcoli politici, ma anche la notizia improntate di sapere i porti italiani aperti a tutte le persone. È questo, in sintesi, il documento comune, reso noto da Arci e Cgil, sulla vicenda della nave carica di migranti soccorsi al largo della Libia.

“Apprendiamo che, finalmente attraccherà nel porto di Genova il pattugliatore della Marina Militare Cigala Fulgosi – scrivono – che giovedì scorso ha soccorso un gommone, al largo delle coste libiche, con a bordo 100 migranti tra i quali 23 minori e 17 donne.  Ovviamente stigmatizziamo la scelta del Governo di violare apertamente il diritto internazionale che impone di portare i naufraghi soccorsi nel porto sicuro più vicino ed il più rapidamente possibile”.

Evidentemente la scelta di Genova, porto  lontanissimo dal punto di soccorso è dettata solo da meri calcoli politici e propagandistici: prendere tempo per ricollocare le persone. Ancora una volta, il Governo “gioca” con la vita della persone! Comunque c’è un aspetto positivo nella notizia:  la conferma che i porti italiani siano aperti a tutte le persone”.

“Da sempre affermiamo che il salvataggio in mare e la fase dell’accoglienza siano da tenere assolutamente distinte – concludono – il salvataggio delle vite umane deve avvenire sempre e senza discussioni mentre l’accoglienza va pianificata e gestita a livello europeo”.