Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maturità 2019, gli studenti promuovono i temi: “Tracce chiare ma ci aspettavamo Greta e i migranti”

Più informazioni su

Genova. Il primo a uscire dal liceo Doria di Genova è Matteo. Sono le 12.30 quando varca il portone con un grande sorriso. “Le tracce erano tutte molto interessanti – spiega – io ho scelto quella sul patrimonio artistico ma sono stati necessari almeno 25 minuti per scegliere. Penso di aver fatto un buon lavoro e spero che lo possa apprezzare anche la commissione”. Il racconto di Matteo è molto simile a quello degli altri studenti intervistati all’uscita del classico.

Generica

Tutti sono soddisfatti per le tracce, apprezzate soprattutto per la chiarezza. Molti, comunque, si aspettavano anche spunti differenti rispetto a quelli proposti dal ministero dell’Istruzione. “Mi aspettavo qualcosa sul movimento ambientalista e su Greta” spiega Mattia, uscito poco dopo, che farà l’esame orale il giorno del suo diciottesimo compleanno. Mentre Francesca pensava che, per l’attualità, potessero uscire anche temi sulla situazione dei migranti.

Archiviato il tema a preoccupare è, ovviamente, la seconda prova. Per non parlare dell’orale. “Con la questione delle buste non sappiamo bene cosa succederà – dice Marco – perché sembra un quiz televisivo. Per lo scritto di latino facciamo tutti il tifo per Cicerone, ma non sarà mai così e siamo rassegnati al solito è vecchio Seneca. Speriamo non siano troppo severi”.