Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Elpis traccia il bilancio della Milleremi in sciu ma

Si è svolta la prima Combinata di Canottaggio Costiero Sestri Levante-Genova, valida per l’assegnazione del Trofeo Malatto

Genova. Dopo due giorni concitati, ricchi di emozioni e della solita allegria che contraddistingue il mondo remiero chiediamo a Laura Moscatelli, vicepresidente della Canottieri Elpis, di fare un bilancio della prima Combinata di Canottaggio Costiero Sestri Levante-Genova, valida per l’assegnazione del Trofeo Malatto.

Per essere un’idea nata per necessità e sviluppata in pochissimo tempo, il mio parere è assolutamente positivo – dice Laura -. La collaborazione e la disponibilità messe in campo da tutti sono state il giusto collante per la buona riuscita dell’evento. Un ringraziamento particolare va alla Lega Navale di Sestri Levante, al Rowing Club San Michele di Pagana e alla Canottieri Sanremo amici vulcanici con una fucina di idee sempre attiva”.

“Nel porticciolo Duca degli Abruzzi – prosegue Moscatelli – il sodalizio fra la Canottieri Elpis, Yacht Club Italiano e Rowing Club Genovese ha fatto da cornice a questo circo remiero della sesta edizione della Milleremi in sciu ma, reso effervescente dal sempre crescente numero di atleti iscritti: coordinazione, spazi disponibili e fattiva collaborazione di tutti. Tutto ha funzionato con perfezione chirurgica. Le vere regine del nostro sport sono le barche che anche quest’anno sono state, in parte, messe a disposizione dalla Cantieri Filippi, leader del settore, e da alcune società partecipanti. Questo ha consentito ai 112 atleti giunti da svariate regioni del nord di competere con imbarcazioni particolarmente performanti. Il tempo meraviglioso ha reso queste due giornate indimenticabili. Il nostro obiettivo principale è quello di migliorare sempre di più e di stimolare sempre più atleti a partecipare alla nostra meravigliosa festa del mare”.

“Un sentito ringraziamento da parte di tutta la nostra società va alla Capitaneria di Porto di Genova, i nostri terreni angeli custodi; alla Security del Porto; a Federico Burlando per le sue interviste e a tutto lo staff allenatori dell’Elpis semper praesens” conclude.