Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Forza Italia, Berlusconi annuncia: Toti coordinatore temporaneo insieme a Carfagna

Il 13 luglio il congresso nazionale

Genova. Ieri l’annuncio di Silvio Berlusconi: il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti è uno dei due coordinatori “temporanei” di Forza Italia. L’altro sarà la vicepresidente della Camera dei Deputati Mara Carfagna. Saranno loro a preparare il congresso nazionale che si terrà il 13 luglio.

“Forza Italia ha uno statuto dettagliato e complesso di cui in questi ultimi anni ho tenuto conto da buon padre di famiglia ascoltando tutti, domandando a tutti, mettendo in campo una totale condivisione, molto affetto e qualche volta molta pazienza – scrive Berlusconi sulla propria pagina Facebook – dopo alcuni anni come per tutte le organizzazioni vi è la necessità di tornare all’applicazione delle regole e di rivederne alcune per consentire a tutti coloro che lo desiderano di partecipare alla vita di Forza Italia. Perchè vogliono offrire un reale contributo alla vita del paese in un momento così difficile e con un governo così incapace. Vi è quindi l’esigenza che alla struttura esistente e al mio staff si affianchi un gruppo di lavoro che in tempi brevissimi intervenga per restituire a Forza Italia l’efficacia delle origini, per renderla più pronta e capace di intercettare nuovamente il consenso dell’elettorato”.

Per questo motivo “ai sensi dell’articolo 19 dello statuto ho ritenuto opportuno delegare alla vicepresidente della Camera Mara Carfagna e al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti la responsabilità di coordinare l’organizzazione del partito, sulla base delle mie indicazioni, e di curare anche il coordinamento di un gruppo al quale verrà affidato l’incarico di redigere una proposta di modifica statutaria da presentare al congresso nazionale che si terrà entro la fine di quest’anno. Il congresso nazionale sarà anche l’occasione per valutare l’opportunità di indire ampie consultazioni popolari in ordine alle cariche elettive”. Apertura alle primarie quindi, chieste proprio da Toti.

Queste deleghe “sono temporalmente limitate fino alla data del congresso nazionale”, precisa Berlusconi.

Ieri sera, al termine della riunione romana, Toti aveva commentato proprio su Facebook “È stata una lunga giornata, a suo modo unica e rivoluzionaria nella storia del centrodestra. Abbiamo avviato un percorso. La strada sarà lunga e ancora da definire per tantissimi aspetti. L’obiettivo è che tutti tornino a partecipare e scelgano insieme il futuro. Anche una lunga marcia comincia con un passo. Lo ha detto un esperto di lunghe marce”.

Come riportato da Tgcom, Toti ha sottolineato come Berlusconi abbia “compreso l’esigenza di uno shock vero al campo moderato del centrodestra”. E ancora: “Non credo che si possa fare una rivoluzione partendo da un board, si fa una rivoluzione partendo da dei contenuti e dandosi dei tempi precisi: entro la fine dell’anno un congresso o delle primarie aperte dove tutti gli amici usciti da Forza Italia possano partecipare”.