Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cyber security, Genova capitale della sicurezza per trasporti ed energia

Un confronto con i maggiori player del settore ma anche un’occasione per ribadire la centralità del capoluogo ligure

Più informazioni su

Genova. C’è il simulatore di navigazione di Cetena, con tanto di visori che permettono di salire a bordo e pilotare, virtualmente, una motovedetta della capitaneria, lo stesso software che permette alle autorità portuali di simulare l’ingresso realistico delle navi nei porti, ma anche spin-off che si occupano di sicurezza informatica con strumenti innovativi e aziende che si occupano della formazione del personale, il primo anello debole per gli attacchi informatici.

C’è tutto questo, assieme a una serie di interessanti seminari, alla conferenza internazionale “Cset – Cyber security for energy & transport infrastructure”, in corso di svolgimento a Palazzo della Borsa, che vede Genova come capitale internazionale della Cyber Security.

Un confronto con i maggiori player del settore ma anche un’occasione per ribadire la centralità del capoluogo ligure, che ospita Start 4.0, uno degli otto competence center voluti dal Ministero dello sviluppo economico, dedicato proprio alla sicurezza informatica.

“Noi abbiamo puntato non ad un convegno commerciale – spiega Paola Girdinio, presidente di Start 4.0 – ma a far incontrare gli addetti al settore che devono fare rete per condividere conoscenza ed esperienza. Un tema fondamentale visto che la cyber security è il secondo rischio business a livello globale nella classifica del World economic forum, ancora prima delle calamità naturali”. Un tema su cui c’è una forte attenzione e che vede Genova in prima fila.

“Queste manifestazioni mostrano che Genova, in questo comparto, può fare molto – ha spiegato il Sindaco, Marco Bucci, che ha aperto i lavori – abbiamo il centro di Competenza, le grandi aziende, ma anche tantissime piccole e medie imprese che fanno il lavoro di avanzamento della tecnologia, che vene poi utilizzato da quelle più grandi. Da noi funziona bene il sistema di network e per questo, l’alta tecnologia è uno dei tre settori su cui abbiamo puntato per lo sviluppo della città”.