Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ufficiale, niente Festa per l’Europa a Caricamento ma il Pd rilancia: “Mobilitazione e volantinaggio in centro storico”

Sabato Cuperlo si sposta a ponente, niente da fare per Gentiloni. La campagna dei Dem bloccata da un regolamento comunale. Che esiste dai tempi di Pericu.

Genova. Alla fine salta la Festa per l’Europa che il Pd di Genova avrebbe voluto organizzare il prossimo weekend, l’ultimo utile prima delle Europee, in piazza Caricamento, nella zona del porto antico. Alla base della rinuncia da parte della segreteria genovese il regolamento comunale per la concessione di spazi in periodo elettorale. Caricamento, infatti, non rientra nella lista di piazze che, in base a una delibera comunale prorogata di anno in anno, sono concesse per iniziative che comprendano comizi.

La Festa per l’Europa del Pd avrebbe previsto un’area dedicata allo street food e una al dibattito politico. Tra gli ospiti erano annunciati i candidati Gianni Cuperlo e Paolo Gentiloni. La comunicazione ufficiale al Pd da parte degli uffici dell’assessorato comunale al Commercio è arrivata questa mattina: “Abbiamo proposto agli organizzatori di poter svolgere la parte di gastronomia a Caricamento e di spostare i dibattiti in una delle piazze dove sarebbe stato permesso, per esempio a Piccapietra, sempre in centro”, ha spiegato Paola Bordilli, assessore al Commercio.

Per Alberto Pandolfo, segretario Pd Genova, non era una soluzione da prendere in considerazione. ”Impossibile riorganizzare tutto a due giorni dall’evento – afferma – inoltre non avrebbe avuto senso spezzare la manifestazione”. Probabile che l’arrivo di Gentiloni, domenica, salti mentre quello di Cuperlo è confermato, con passaggi tra i quartieri di Sampierdarena e del ponente. “Inoltre sabato pomeriggio faremo una mobilitazione che partirà dai luoghi del centro storico dove avremmo voluto svolgere la festa – continua Pandolfo – la reazione dei militanti allo stop del Comune è stata quella di impegnarsi ancora di più, saremo numerosi”.