Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tutto fermo al “mercato dei polli” del Campasso, la denuncia del centrosinistra: “A quando i lavori?”

A febbraio il sindaco di Genova Bucci aveva assicurato che il bando sarebbe partito entro aprile

Genova. L’opposizione in municipio Centro Ovest, insieme a Pd e Rete a Sinistra, torna a chiedere lumi sul presente e sul futuro del mercato ovoavicolo del Campasso, un buco nero abbandonato al degrado e da anni inutilizzato. Il mercato dovrebbe rinascere grazie al cosiddetto Bando delle periferie, risorse economiche stanziate dall’allora governo Renzi, ma tutto è fermo.

“Veniamo a conoscenza che, durante l’ultima capigruppo del Municipio Centro Ovest, l’interpellanza al sindaco, presentata dal consigliere Pd Amedeo Lucia, inerente l’aggiornamento sull’iter d’attuazione del bando periferie all’ex mercato ovoavicolo al Campasso, non sia stata inserita dal presidente all’ordine del giorno del prossimo consiglio per motivi a noi sconosciuti. Come cittadini del Campasso e consiglieri municipali rimaniamo preoccupati rispetto la realizzazione di tale opera”, scrivono in una nota congiunta Amedeo Lucia, consigliere municipale cento ovest Pd, Mariano Passeri, consigliere Leu, Gianni Pastorino, capogruppo in consiglio regionale di Rete a Sinistra e Giovanni Lunardon, capogruppo Pd.

“Si tratta di milioni di euro investiti e fondamentali per la riqualificazione del nostro territorio – scrivono – inoltre, sull’opera, lo scorso 18 febbraio, in una visita ufficiale al quartiere Campasso, il sindaco Bucci aveva promesso ai cittadini che entro la metà di aprile sarebbe partito il bando per l’assegnazione di tali lavori”.

Ad oggi, ben oltre tale scadenza, nulla è pervenuto, ma i cittadini non si sono scordati tale promessa. “La preoccupazione – dicono dal centrosinistra – è tanta e, vista l’entità dell’opera e dell’investimento e lo scopo di essa, vorremmo avere risposte ed accertamenti sull’evolversi della vicenda”.