Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo valico e nodo ferroviario, Rixi: “Presto emendamento in Sblocca cantieri per unificare le opere”

Con lo stesso emendamento, si autorizza anche la realizzazione del sesto lotto del Terzo valico

Genova. La Lega al Senato depositerà un emendamento al decreto cosiddetto Sblocca cantieri per unificare le procedure dei cantieri del Terzo Valico a quelli del nodo ferroviario di Genova, in ritardo di anni e, ultimamente, fermi a causa della crisi in cui versa Astaldi, la società che aveva vinto i lavori.

Lo ha annunciato oggi a Genova il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi. “L’accorpamento delle due opere farebbe risparmiare due anni nei cantieri del nodo, una cosa che va fatta assolutamente. L’emendamento finanzierebbe anche l’ultima parte del sesto lotto del Terzo Valico. Non mancherebbero i decreti attuativi, io non faccio robe con i decreti attuativi che fanno perdere troppo tempo”.

Con lo stesso emendamento, si autorizza anche la realizzazione del sesto lotto del Terzo valico e il finanziamento di 791 milioni che, assieme ai 42 avanzi dal quinto lotto, coprono interamente la cifra necessaria di 833 milioni.

La soluzione proposta dalla Lega, ad ogni modo, conta di applicare anche al nodo ferroviario gli strumenti che permettono di velocizzare l’opera. L’obbiettivo è “unificare i progetti ‘Potenziamento Infrastrutturale Voltri – Brignole’, ‘Linea AV/AC Milano – Genova: Terzo Valico dei Giovi’ e ‘Potenziamento Genova – Campasso’ in un unico progetto il cui limite di spesa è definito in 6.943,23 milioni”, con l’obiettivo di “consentire il riavvio dei lavori del Nodo di Genova e assicurare il collegamento dell’ultimo miglio tra il Terzo valico dei Giovi e il porto storico di Genova”.