Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Resistenza e memoria, sabato la commemorazione per il 75°anniversario dell’Eccidio del Turchino

Nel 1944 in quei luoghi furono fucilate 49 persone, tra partigiani e civili

Genova. Sabato 18 maggio, alle ore 10, presso il Sacrario del Passo del Turchino verrà celebrato il 75° Anniversario dell’Eccidio del Turchino.

Sarà l’assessore al Personale e Pari Opportunità a rendere onore, in rappresentanza del Comune di Genova, ai 59 giovani partigiani che lì furono fucilati dai soldati delle SS, il 19 maggio del 1944.

I nazifascisti, per vendicare l’attentato partigiano al cinema Odeon di Genova nel quale persero la vita cinque marinai tedeschi, prelevarono dal carcere di Marassi cinquantanove prigionieri e, dopo averli condotti al Colle del Turchino, li fucilarono, sotterrandoli in una fossa comune.

A comandare la rappresaglia Siegfried Engel, passato alla storia come il “Boia di Genova”, nel 1999 fu condannato dalla giustizia italiana all’ergastolo per crimini di guerra, ma la Germania non procedette mai all’estradizione. Morì nel suo letto a 97 anni nel 2006, senza aver mai scontato un giorno di prigione.

Il programma della celebrazione prevede un’orazione commemorativa di Guido Levi, del
Comitato di Presidenza Istituto Ligure per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea “Raimondo Ricci”.

E’ stato predisposto un pullman con partenza da via Petrarca alle ore 8.15. Fermate: piazza Montano-Sampierdarena, piazza Massena-Cornigliano, piazza Poch-Sestri, Lungomare Pegli-Hotel Mediterranee, piazza Bignami-Prà, piazza Gaggero-Voltri.