Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Prolungamento della metropolitana, accordo tra Comune di Genova e Ferrovie dello Stato

E' relativo utilizzo di aree ferroviarie interessate dai prolungamenti verso Martinez e verso Canepari

Genova. Firmati oggi da Comune di Genova e Gruppo FS Italiane (Ferrovie dello Stato Italiane, Rete Ferroviaria Italiana, Trenitalia e FS Sistemi Urbani) i Protocolli di Intesa per l’utilizzo delle aree ferroviarie interessate dai prolungamenti della metropolitana verso Martinez, a San Fruttuoso, e verso via Canepari, a Rivarolo.

La firma di questi protocolli di intesa è propedeutica all’acquisto delle aree. Infatti, mentre da un lato si procederà alla progettazione delle tratte, dall’altro saranno compiute le valutazioni e predisposti gli atti necessari alla loro acquisizione. Inoltre sarà studiato un nuovo assetto urbanistico per la valorizzazione delle aree di Terralba interessate dall’ulteriore prosecuzione in direzione dell’ospedale San Martino.

“La firma di quest’oggi è un momento importantissimo, atteso da più di 20 anni, indispensabile per la realizzazione di un’opera strategica per la città di Genova – dichiara il vicesindaco di Genova e assessore alla Mobilità Stefano Balleari – la metropolitana è un fondamentale tassello verso una mobilità cittadina che renda sempre più concorrenziale il trasporto pubblico, con un’attenzione particolare alle soluzioni che riducono i tempi di percorrenza e migliorano la qualità della vita delle persone, con una connessione sempre più efficiente tra trasporto pubblico e privato”.

L’amministrazione ha ottenuto, per gli sviluppi della Metropolitana verso Terralba e verso Rivarolo e per un’ulteriore flotta di 14 treni, finanziamenti per complessivi 152 milioni di euro.

Sono stati diversi, nel corso degli anni, i protocolli firmati e riguardanti la Metropolitana genovese: già dal 1987 esiste una Convenzione per i cosiddetti “Progetti Mirati”, per regolare la progettazione di un sistema di trasporti integrato per la città, perfezionata nel 1999 con un primo protocollo di Intesa con le Ferrovie dove si individuano nella zona ferroviaria di Canepari e nell’area di Terralba i due corridoi idonei per le prosecuzioni della metropolitana. Un ulteriore accordo era stato firmato, nel 2003, per consentire la realizzazione del progetto della prosecuzione verso lo stadio, parzialmente (60%) finanziato allora dallo Stato, con un finanziamento poi revocato.