Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primo trimestre 2019: numeri da record per il betting online in Italia

Il bilancio dei primi tre mesi delle scommesse in rete si apre con un’accelerazione (+9,9%) rispetto a quello dello stesso periodo dell’anno precedente.

Più informazioni su

Il betting online, nonostante la recente entrata in vigore del cosiddetto Decreto Dignità, registra nel primo trimestre 2019 un bilancio più che positivo. In Senato è stato inoltre da poco ratificata la Convenzione di Magglingen, finalizzata a contrastare le frodi in ambito sportivo e l’esercizio abusivo di attività di gioco e di scommessa perpetrato da siti illegali. Detto questo, per avere la certezza di divertirsi legalmente con il betting online è possibile visitare questo sito di scommesse italiane.

Il divieto di fare pubblicità in rete ai siti di gambling introdotto dal decreto approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso luglio 2018 e destinato a entrare ufficialmente in vigore fra un paio di mesi non sembra – almeno al momento – aver influito negativamente sui ricavi del settore. E non c’è da sorprendersi, se si analizza quanto emerge da un report dell’agenzia giornalistica Agimeg per il 2018: dati alla mano, durante l’anno passato gli italiani sono arrivati a spendere 23,3 miliardi nel gioco online (il 21,7% dell’intera raccolta del mercato dei giochi). Ma c’è anche dell’altro, se si pensa che nei primi tre mesi del 2019 le scommesse online hanno registrato un guadagno lordo totale di 179,1 milioni di euro (senza detrarre quanto restituito ai giocatori in forma di vincite), con un incremento del 9,9% rispetto alla cifra raggiunta nel primo trimestre dell’anno scorso.

A voler analizzare il trend dal punto di vista geografico, è stato evidenziato che i centri urbani in cui è stato piazzato il maggior numero di scommesse sono quelli di Napoli, Roma e Milano. Va al comparto online del betting il merito di mantenere vivo l’interesse e di alimentare i guadagni del settore del gioco. I numeri che raccontano l’andamento delle scommesse in agenzia fluttuano infatti spesso tra il segno più e il segno meno. Ciò che attira un numero sempre maggiore di player verso le scommesse sportive e il gaming online è la possibilità di giocare in tempo reale (si stima che il settore fatturerà circa 15 miliardi entro il 2023).

Se si pensa al calcio e allo sport più in generale, il betting live consente di immergersi “in diretta” nell’esperienza del gioco. Gli scommettitori si trovano così ad affrontare una nuova ed emozionante sfida: mentre nel gambling tradizionale ci si deve affidare più che altro alle capacità di predire l’esito di un evento, nel betting online i giocatori diventano dei veri e propri protagonisti. Per avere maggiori chances di successo e di vittoria è necessario sviluppare abilità strategiche e, in particolare, essere capaci di interpretare sul momento la partita o la gara in corso.

Nell’era del digitale, il cambiamento delle abitudini degli italiani investe anche il settore del betting. I player sono sempre più orientati verso l’online e il live gaming, indirizzando le proprie preferenze verso le scommesse sportive (51%) e i casinò virtuali (27%), a cui seguono lotterie, Poker, Bingo e Skill Game.