Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Oltre 850 ai magazzini del Cotone per il concorsone di Tursi: la carica degli under 40 a caccia del posto fisso fotogallery

Domani ne sono previsti il doppio. Le domande per oggi erano 1400

Più informazioni su

Genova. Circa 1400 domande per oggi, quasi il doppio previsti per domani, che cercheranno di aggiudicarsi un “posto fisso” al Comune di Genova. È iniziata questo pomeriggio, con la prima prova per istruttore tecnico, la tranche di concorsi pubblici messa in campo da Palazzo Tursi che culminerà a giugno con un concorso per istruttori amministrativi che ha visto la presentazione di oltre 12 mila domande.

“Questi sono i primi due grossi concorsi del 2019 – spiega l’assessore al personale Arianna Viscogliosi – ‪questo pomeriggio‬ è iniziata la selezione per gli istruttori dei servizi tecnici, ovvero geometri e i periti, domani mattina ci sarà quella per i dirigenti tecnici, ingegneri e architetti, e al pomeriggio i funzionari per servizi amministrativi, che ha visto circa 2800 domande”. Circa 4 mila persone, quindi, che si contendono 1 posto da dirigente, 28 da istruttore tecnico e 58 funzionari dei servizi amministrativi. “In totale nelle due giornate abbiamo una maggioranza di richieste femminili – spiega Viscogliosi – molti genovesi, ma una buona parte arriva anche dalle regioni del Nord Italia. L’età media per il 40% è di under 30, l’altro 40% è tra i 30 e i 40 e poi c’è una fetta non ampia di over 50, che si rimettono in gioco“. A questa prima giornata di selezione hanno, comunque, partecipato circa 850 persone, più della metà, segno che il meccanismo messo in atto dal Comune ha funzionato.

“Abbiamo previsto un contributo di 10 euro – conclude Viscogliosi – che servono al Comune per affittare le sale, pagare il personale e per non far gravare questa spesa sulla cittadinanza”. Dopo queste due giornate si attende la tranche più grande dei concorsi comunali, quella per istruttore ai servizi amministrativi, che non richiede la laurea, che ha superato le 12 mila domande e che è prevista a Giugno.