No alle armi

Nave saudita carica di armi, Cgil: “Ferma risposta della città”

Generica
Foto d'archivio

Genova.  La Camera del lavoro di Genova esprime la propria soddisfazione per la ferma reazione della città in risposta all’arrivo della nave  saudita “Bahri Yanbu” e per le rassicurazioni del Prefetto sulla natura del carico che sarà imbarcato da Genova. A sottolinearlo un comunicato della segretaria della Camera del Lavoro di Genova

La Cgil ha chiesto che i trattati internazionali firmati anche dall’Italia, a difesa dei diritti umani, vengano rispettati e chiedono alla politica e al Governo del nostro paese di intervenire in tal senso in ogni caso in cui se ne prospetti una violazione.
A questo proposito la Camera del Lavoro ribadisce la propria contrarietà all’utilizzo del Porto per casi come quello prospettato circa l’arrivo della Bahri Yanbu e chiede l’apertura dei porti per l’accoglienza di rifugiati e migranti.
Come accaduto in  questa occasione, la Camera del Lavoro continuerà a vigilare ed ad essere pronta a mobilitarsi  nel caso in cui ciò si dovesse nuovamente verificare.
Più informazioni
leggi anche
Merce da imbarcare su Bahri Yanbu ponte Etiopia
Presidio confermato
La “nave delle armi” a Genova, il Calp: “Ecco la merce che sarà imbarcata”

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.