Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Indennizzi per gli “interferiti” ponte Morandi, il perimetro per assegnare i contributi aumenta di 5 metri

In tutto sono quasi 900 le famiglie che potranno beneficiare degli aiuti

Genova. Nuova riunione oggi per il tavolo Pris dedicato agli indennizzi previsti per la popolazione genovese “interferita” dal cantiere di ponte Morandi. Nell’ambito della ripartizione dei 7 milioni stanziati dal governo e previsti dall’articolo 26 del decreto Sblocco cantieri è stata decisa una variazione rispetto alla perimetrazione su tre fasce stabilita nella riunione della scorsa settimana.

Nel dettaglio le fasce concentriche di distanza dal cantiere, che corrispondono a un diverso ammontare del contributo, passano da 50 a 55 metri per la prima fascia (rossa) che comprende quindi l’area da 0 a 55 metri, la seconda fascia (blu) l’area da 55 a 110, la terza fascia (gialla) l’area da 110 a 165. Rimangono invariati invece i valori dei risarcimenti per ogni singola fascia già stabiliti precedentemente: 20 mila euro per ogni unità immobiliare in fascia rossa, 10 mila per quelle in fascia blu e 4 mila per la fascia gialla.

In tutto sono quasi 900 le famiglie che potranno beneficiare degli aiuti. La riunione di oggi fa seguito anche a nuove audizioni dei comitati. È stato condiviso l’impianto generale delle proposte, che saranno poi portate all’attenzione del commissario straordinario per la ricostruzione. L’obbiettivo condiviso da amministrazioni, strutture e comitati è procedere ai pagamenti nel tempo più rapido possibile.