Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il museo di arte contemporanea di Villa Croce riapre dopo oltre un anno di stop

Dopo le vicende legate alla gestione e alla ridefinizione degli spazi, torna con una mostra permanente e un'esposizione temporanea che parla di ecologia

Genova. Giovedì alle 18, con una nuova mostra e l’esposizione della collezione permanente, riapre finalmente il museo d’arte contemporanea di Villa Croce, a Genova, riprendendo il suo posto nel panorama della cultura contemporanea. Riapre anche la biblioteca e si riattivano i laboratori didattici per le scuole.

Il museo, dopo le vicende tormentate legate alla gestione, era stato chiuso prima nel gennaio 2018 e poi di nuovo, nel maggio dello stesso anno, nell’ambito di un progetto di ridefinizione degli spazi e dei ruoli.

Tutti gli spazi appunto, ripensati per la riapertura, accolgono la collezione permanente, formata da oltre 4000 opere tra sculture, dipinti, foto, grafiche, installazioni e wall painting, lungo i tre piani del museo e una speciale project room destinata ai nuovi linguaggi espressi da giovani artisti e studenti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti.

La programmazione di nuove mostre dedicate all’arte contemporanea prende il via con Art Spaces – Gli spazi dell’Arte, dove Sandro Parmiggiani, curatore della mostra, ragiona su temi attuali e sensibili per le future generazioni, partendo da un progetto scientifico – ecologico sulla denuclearizzazione dei territori.