Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa ancora sconfitto: con la Juventus finisce 4-2 ed è penultimo

Il Genoa di Sabatini sconfitto nel finale dai pari età bianconeri: la classifica è compromessa e le ultime giornate saranno da cardiopalma

Genova. Prosegue il periodo negativo del Genoa primavera di Sabatini, che precipita in piena zona retrocessione. A Vinovo la Juventus ha travolto per 4-2 i rossoblù, incamerando punti importanti per la sua corsa playoff, per lumghi tratti compromessa da risultati non all’altezza della prima squadra.

Sabatini schiera Russo, Candela, Piccardo, Njie, Dumbravanu, Zvekanov, Karic, Rovella, Bianchi, Micovschi, Ventola. Dall’altra parte la Juventus di Baldini, con Loria, Bandeira, Vlasenko, Capellini, Anzolin, Francofonte, Makoun, Portanova, Markovic, Olivieri, Frederiksen.

La gara parte con un notevole equilibrio. Juventus più propositiva, ma i primi brividi arrivano dal Genoa, con Candela, al 12′. Passano altri tre minuti, però, e i bianconeri passano in vantaggio: Frederiksen calcia dal limite di sinistro e trafigge Russo, piazzando il pallone a fil di palo.

Il Genoa non cede e tiene il gioco. Mentre i bianconeri tentano i lanci lunghi per OLivieri, è Bianchi a impegnare Loria al 26′ con un tiro ravvicinato, mandando però a lato. Al 42′ Rovella trova la traversa con una gran botta da fuori area. Al 45′ Njie salta più in alto di tutti su un calcio d’angolo e sigla il pareggio. Provvisorio.

Al riposo sul pareggio, la Juventus sembra patire la ripresa del Genoa: Bianchi e Frederiksen si rendono pericolosi nei primi minuti, poi Ventola stacca di testa su un cross di Candela e costringe Loria a un mezzo miracolo. L’equilibrio rimane intatto, con un tentativo di Penner, che trova Russo, e poco altro.

Tutto accade negli ultimi minuti. Ottantesimo: su corner di Frederisken, la palla giunge a Portanova, che insacca di destro. Passano due minuti e Penner, grazie a un veloce contropiede, insacca il 3-1.

Sembra finita, ma fingono. Minuto 89: Candela trova l’ennesimo cross e questa volta Bianchi con il destro supera Loria, riaprendo il match. Per pochi istanti, perché al 90′ Bandeira sale in area trova la traversa e di fatto serve Penner, che di rapina sigla il 4-2. E qui il risultato è finale.

Genoa in crisi nera, classifica crollata negli ultimi turni, dopo un periodo che aveva fatto sperare in un finale di campionato più tranquillo. Prossimo appuntamento in casa, ad Arenzano, contro il Cagliari. Punti decisivi, quando mancano solo due giornate al termine e ogni sfida sarà decisiva. Da evitarsi assolutamente la retrocessione in Primavera 2.