Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Export, in aumento commercio prodotti genovesi verso la Russia: +86% nel 2018

Con un saldo positivo di più di 9,3 milioni di euro

Più informazioni su

Genova. Nel 2018 la bilancia degli scambi commerciali della Liguria con la Russia è positiva per 52,6 milioni di euro, per un totale di circa 86 milioni di esportazioni e oltre 33 di importazioni. Spostando lo sguardo su Genova, risulta molto positivo l’andamento degli scambi che hanno registrato un aumento dell’86% nel 2018 rispetto al 2017 con un saldo positivo di più di 9,3 milioni di euro (oltre 13 milioni di esportazioni e quasi 4 di importazioni).

Sono alcuni dei dati (di fonte Istat-Coeweb elaborati dal Retail Value Management & Research di UniCredit) illustrati oggi a Genova nel corso di “Focus Russia – Strumenti e azioni a sostegno delle imprese all’estero” organizzato da UniCredit in collaborazione con Confindustria Genova.
Gli esperti di UniCredit hanno presentato un quadro dettagliato delle opportunità che il mercato russo offre alle nostre imprese, con approfondimenti sulla normativa vigente e sugli strumenti a supporto del processo di internazionalizzazione e degli investimenti diretti nella Federazione.

Dopo i saluti iniziali di Giuseppe Zampini, Presidente di Confindustria Liguria e Fabrizio Simonini, Regional Manager Nord Ovest UniCredit, si sono tenuti gli interventi di Fabrizio Rollo, Head of International Center AO UniCredit Bank, su “Il mercato russo: sfide e opportunità per le imprese italiane”, Roberto Corciulo, Presidente di IC & Partners su “Principali aspetti dei processi di internazionalizzazione e delle forme di investimento nella Federazione Russa” e Alessandro Paoli, Head of UniCredit International Center Italy su “Supporto agli investimenti diretti in Russia”.

“La Russia – ha sottolineato Fabrizio Simonini, regional manager Nord Ovest di UniCredit – guarda con estremo favore al prodotto italiano e l’apprezzamento per il Made in Italy non è riservato solo ai settori della moda, del food e dell’arredamento, ma anche all’industria meccanica e all’alta tecnologia. Come tutti i mercati esteri, anche quello russo ha enormi potenzialità ed ecco perché abbiamo organizzato questo incontro, pensato per offrire agli imprenditori locali informazioni di carattere tecnico e legislativo, di grande utilità per affrontare tutte le sfide di un processo di internazionalizzazione. Il nostro obiettivo è supportare le aziende genovesi, e liguri in generale, nei processi decisionali e operativi necessari per entrare in un nuovo mercato”.