Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Demolizione pile 10 e 11, Pd: “Bucci convochi un’assemblea pubblica e risponda ai cittadini”

Genova. “Il sindaco e commissario Marco Bucci convochi un’assemblea pubblica per rispondere alle preoccupazioni dei cittadini”, lo chiedono i capigruppo del Pd in consiglio regionale e comunale Giovanni Lunardon e Cristina Lodi parlando sia del progetto di demolizione di ponte Morandi sia degli indennizzi previsti per chi vive vicino al maxi cantiere. “Bucci si sottrae al confronto – affermano dal Pd – i cittadini chiedono garanzie, informazioni e chiarezza sulle modalità di quest’intervento: verrà usato l’esplosivo? Cosa dicono Arpal e Asl? Sono risposte che non possono essere eluse”.

Il Partito Democratico già un paio di mesi fa aveva chiesto la convocazione di un’assemblea pubblica per aprire un confronto con gli abitanti. “Oggi reiteriamo quella richiesta – scrivono Lodi e Lunardon – e un’altra questione fondamentale resta la partita dei risarcimenti per i residenti della zona arancione, il tavolo del Pris ha partorito un topolino, spostando di appena 5 metri i confini definiti pochi giorni fa. Il vero problema però sono i fondi. I 7 milioni stanziati dal Governo nel Decreto Sblocca Cantieri sono troppo pochi”.

Secondo il Pd quei soldi erano sufficienti ipotizzando che i destinatari fossero 300 e non 900. “Occorre lavorare tutti insieme per aumentare i finanziamenti nel corso della conversione in legge del Decreto Sblocca Cantieri”, concludono dall’opposizione.