Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Atp e Stazioni Marittime, prosegue servizio convenzionato trasporto crocieristi: “Pubblico meglio che privati”

Grande soddisfazione per le prime operazioni di trasporto delle migliaia di turisti sbarcati in porto

Genova. Seconda tappa per il servizio di trasporto passeggeri nell’ambito della convenzione tra Stazioni Marittime Spa e Atp Esercizio. L’accordo prevede che Atp Esercizio svolga un’attività di trasporto dei crocieristi all’interno dell’area portuale, percorrendo in particolare il tratto tra Ponte dei Mille e Ponte Doria.

«Siamo soddisfatti del funzionamento del servizio – aveva detto Edoardo Monzani, amministratore delegato di Stazione Marittime Spa, in occasione della prima giornata di servizio – l’accordo resta in vigore e Atp metterà a disposizione i suoi mezzi, quando sarà necessario».

Oggi anche Claudio Garbarino, consigliere delegato ai Trasporti della Città Metropolitana plaude all’iniziativa: “Quando si fa squadra come è avvenuto in questo caso, le cose funzionano. Atp è oggi una realtà consolidata, un’azienda pubblica capace di svolgere servizi importanti anche nel settore turistico, meglio dei privati”.

L’altro giorno il servizio ha riguardato circa 5mila crocieristi, che sono sbarcati da una nave Msc. Come detto il contratto di servizio non è siglato con i singoli armatori, ma appunto con Stazioni Marittime Spa. Stazioni Marittime S.p.A. nasce nel 1987 con lo scopo di occuparsi della pianificazione, costruzione e gestione delle del porto passeggeri di Genova e del suo traffico.

L’area, avuta in concessione demaniale dall’Autorità Portuale di Genova, si estende per 290.000 metri quadrati di superficie e comprende 12 accosti distribuiti su Ponte Caracciolo, Ponte Assereto, Ponte Colombo, Ponte Andrea Doria e Ponte dei Mille. Gli accosti, a seconda delle caratteristiche tecniche, possono essere utilizzati sia da navi traghetto che da navi crociera.

I terminal dedicati al traffico passeggeri sono cinque, di cui tre (Calata Chiappella, Ponte Caracciolo, Ponte Colombo) adibiti prevalentemente al traffico traghetti e due (Ponte Andrea Doria e Ponte dei Mille) prevalentemente destinati al traffico crocieristico. Per l’azienda di Carasco, quello avviato oggi è un servizio che non porta solo immagine e visibilità, ma anche soprattutto una voce positiva al bilancio della società.