Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arenzano e Locatelli travolgenti. Chiavari evita il ko con Firenze risultati

Sedici gol a testa per le due prime della classe con gli arenzanesi che superano Lerici e consentono così ai genovesi di tornare al secondo posto

Una supremazia confermata, semmai ce ne fosse stato bisogno, anche dalla matematica per la Rari Nantes Arenzano che travolge Lerici e conquista il primo posto con tre turni di anticipo. Biancoverdi che vanno ad un’altra velocità rispetto agli spezzini con una partita mai in discussione. Primo quarto chiuso sul 6-3 e gap che è aumentato quarto dopo quarto fino al 16-7 finale. 3-1, 3-2 e 4-1 i parziali con Damonte in evidenza con 5 reti. 

Ko di Lerici che consente quindi alla Locatelli di riprendersi il secondo posto grazie al travolgente 16-4 con cui i biancorossoblù hanno regolato un Imperia che regge solo un quarto. Partita in crescendo per i genovesi che dopo l’1-0 del primo periodo scappano nel secondo andando al riposo sul 5-1 che è anche il parziale del terzo quarto. A segno ben 9 giocatori per una squadra lanciata in cerca di un importante traguardo come il secondo posto.

Buone notizie anche per il Sestri che espugna la piscina novarese dove gioca le partite interne il Vigevano che non riesce a contrastare la formazione di Zonari, sempre avanti grazie allo 0-2 con cui chiude il primo periodo ( reti di Giacobbe e Calcagno). Nel secondo periodo allunga la squadra genovese andando sull’1-4. Gara indirizzata che vede ampliare il gap fino al 2-6 con cui si arriva all’ultimo periodo in cui i lombardi ci provano e si aggiudicano il quarto, ma si fermano sul 5-7 con Sestri che quindi mantiene il quarto posto, grazie alla vittoria di Torino su Rapallo.

I piemontesi infatti hanno vinto lo scontro diretto con i ruentini che sono apparsi appannati e poco incisivi in avanti nonché costretti a rincorrere i sabaudi dal primo minuto. Un doppio 2-1 nei primi due quarti consente a Torino di mantenersi a distanza, replicando colpo su colpo ai tentativi dei gialloblù di rientrare in partita nel corso del terzo periodo, il migliore giocato dai liguri. Rapallo che cede anche l’ultimo periodo e si arrende 10-7 venendo agganciato a quota 20 punti proprio dai torinesi.

Un punto che fa classifica, anche se sa di occasione sprecata per Chiavari che si ferma sul 7-7 a Firenze fanalino di coda. Per come si era messa la gara il punto va più che bene visto che i toscani tentano di tutto per agganciare i liguri che li precedono in partita. Prima metà di gara equilibrata con un quarto a testa che manda le squadre al riposo lungo sul 3-3. Speculari anche i secondi due quarti con Firenze che sembra poter ipotecare la vittoria andando sul 6-4, ma nell’ultimo quarto Chiavari torna in gara e impatta il risultato per il definitivo 7-7 che mantiene i verdiblù a +1 dai fiorentini.

Andrea Pisano, coach chiavarese avrebbe voluto qualcosa in più dai suoi: “Abbiamo affrontato una partita che si è rivelata esattamente come avevo previsto. Noi eravamo reduci da alcune belle prestazioni, da una vittoria chiara ed importante per la classifica, ma abbiamo affrontato una gara con caratteristiche diverse. Infatti rispetto a sette giorni fa non c’ era Barrile, si giocava fuori casa, in una piscina difficile, con un avversario più aggressivo, legittimamente, del Vigevano… In più mettici pure la stanchezza del viaggio. Tutte queste difficoltà hanno fatto sì che abbiamo regalato dei gol con estrema facilità e abbiamo rinunciato ad una possibile vittoria che ci avrebbe staccato molto dal Firenze e ci avrebbe risucchiato in alto. Invece è andata bene che abbiamo pareggiato e dobbiamo ringraziare Cavo che ha salvato il risultato alla fine, altrimenti tutta la fatica per guadagnare un punto sarebbe stata sprecata”.