Protesta

Wind Tre, giovedì sciopero e volantinaggio dei dipendenti a due anni dalla fusione

Contro i trasferimenti e i tagli annunciati

Genova. Sciopero per l’intero turno, domani giovedì 11 aprile per i dipendenti Wind Tre. A due anni di distanza dalla fusione, dopo che il personale è stato ridotto di 3 mila dipendenti in tutta Italia, segnala Cgil in una nota, i call center di 3 sono stati esternalizzati, gli stipendi sono stati alleggeriti mediante tagli alla reperibilità, al lavoro programmato notturno e alle trasferte, Wind Tre annuncia il trasferimento di 200 dipendenti del reparto Finance da Roma a Milano.

Non solo: annuncia anche la vendita dei Data Center che occupano 130 addetti che verrebbero esternalizzati, e la cessione di ulteriori infrastrutture (torri) con 100 dipendenti. “E’ arrivato il momento di dire basta ai nuovi trasferimenti e ai tagli annunciati. I lavoratori di Wind Tre domani sciopereranno per l’intero turno di lavoro”, si legge in una nota sindacale.

Lo sciopero a Genova, segnala Slc Cgil Genova, sarà dalle 10.00 alle 12.00 e si svolgerà un presidio con volantinaggio per informare la popolazione nella centrale piazza De Ferrari, in prossimità del negozio Wind Tre.

Più informazioni