Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Turismo sostenibile in Liguria, imprese a confronto sul marchio Quality made

Hanno partecipato 11 società collocate soprattutto nel Tigullio e nel savonese

Genova. Si sono incontrate ieri a Genova le imprese liguri che hanno ottenuto il marchio Quality Made alla fine di un percorso, durato due anni, che ha coinvolto quasi 200 strutture italiane e francesi (di cui 15 in Liguria), all’interno del progetto europeo Interreg S.MAR.T.I.C. (Sviluppo Marchio Territoriale di Identità Culturale). Le aziende di accoglienza e di produzione di prodotti tipici e artigianali, le associazioni culturali e le attività di servizio che lo espongono, attestano la loro concreta attenzione alla sostenibilità ambientale, culturale e sociale a favore dei viaggiatori consapevoli attenti alla qualità.

L’evento di networking, cui hanno partecipato 11 società collocate soprattutto nel Tigullio e nel savonese, ha rinsaldato le basi di una collaborazione reciproca per operare in rete con l’obiettivo di offrire occasioni ed esperienze inedite ai propri clienti. In particolare sono emerse prospettive di reciprocità e sono state poste le basi di prodotti turistici coerenti con gli obiettivi del turismo consapevole ai quali concorrere comunemente.

Ad esempio la promozione della cultura del mare (dal “whale watching”, l’avvistamento e la catalogazione dei cetacei , al “whaste watching”, il recupero della plastica in mare con la collaborazione di bambini e famiglie) o la sensibilizzazione alle eccellenze che offre la natura in Liguria (dal cielo di stelle, allo studio del paesaggio, alla scoperta dei tesori nascosti dell’entroterra ligure) o l’informazione diffusa ai propri clienti sui prodotti e sugli oggetti della tradizione o ancora, non ultimo, il sostegno al turismo solidale. Durante il meeting non sono mancate idee nuove come la costruzione di un nuovo prodotto turistico che lega l’Associazione dei Tartufai di Millesimo (Savona) con gli agriturismi del Tigullio e del Monte di Portofino per una esperienza fuori del comune per camminatori e buongustai.

All’incontro hanno partecipato: il Consorzio Servizi Marittimi del Tigullio (Santa Margherita), i traghetti Golfo Paradiso (Camogli), Abaton (società di prodotti naturali a base di chinotto di Savona), la cooperativa agricola Il Giardino del Borgo di San Fruttuoso, Il Piccolo Scoglio (B&B di Camogli). L’Altro Mare (cooperativa sociale che si occupa dell’accesso al mare di disabili), l’Associazione Tartufai di Millesimo, Cala Cravieu (società cooperativa di Celle Ligure), l’azeinda agricola BioVio di Albenga (prodotti biologici), Outdor Portofino (gite in canoa e attività all’aria aperta), La Portofinese (azienda agricola sul Monte di Portofino con iniziative a favore del turismo e dell’accoglienza) e il Panificio Maccarini (focaccia, torte e altri prodotti tipici a Ruta di Camogli).