Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trapianti: primati genovesi su rene pediatrico e cellule staminali emopoietiche

Le attività sono state monitorate dal nuovo comitato regionale trapianti

Genova. Si è riunito giovedì 18 aprile, il nuovo comitato regionale trapianti: presieduto dalla vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale e coordinato da Andrea Gianelli Castiglione, ha confermato un andamento positivo rispetto ai dati nazionali.

Il comitato ha il compito di monitorare una rete complessa di strutture e servizi del Sistema sanitario regionale che effettuano o partecipano attivamente al processo di donazione, reperimento, controllo, lavorazione, conservazione, stoccaggio, distribuzione di organi, tessuti e cellule, a scopo trapianto.

L’attività di trapianto di reni continua a registrare un trend in forte crescita: l’anno dei record è stato il 2017 con 94 trapianti, nel 2018 i trapianti effettuati sono stati 73, in aumento rispetto ai 64 trapianti del 2016.

In particolare, nel 2018, l’attività di trapianto di rene pediatrico, che si svolge in collaborazione con l’Istituto Giannina Gaslini, ha registrato il maggior numero di trapianti in Italia, dei 73 trapianti effettuati, 17 sono stati pediatrici, alla pari con il Bambin Gesù di Roma.

Allo stesso tempo, l’attività di trapianto di cellule staminali emopoietiche (trattamento di scelta per un ampio spettro di disordini ematologici neoplastici e non, tumori solidi, errori congeniti del metabolismo e immunodeficienze primitive) ha fatto registrare all’Ospedale San Martino il maggior numero di interventi in ambito nazionale, confermando la posizione di leader tra tutte le regioni.

“Vogliamo dare risposte concrete alla generosità dei cittadini e alle loro aspettative promuovendo la capacità del sistema di lavorare in rete – sottolinea Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità – continuando a sostenere la cultura della donazione di organi e garantendone, allo stesso tempo, elevati standard di sicurezza e qualità delle procedure del nostro Sistema sanitario regionale. I risultati positivi ottenuti, anche in campo pediatrico, sono il risultato della efficace sinergia tra i nostri due Irccs: San Martino e Gaslini”.

Le attività delle strutture saranno sistematicamente monitorate dal comitato regionale trapianti insieme ad Alisa, con il contributo attivo del Centro nazionale trapianti, per rispondere all’applicazione degli standard di eccellenza nazionali e internazionali, in termini di qualità e sicurezza delle strutture autorizzate.