Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sori, i bambini si trasformano in piccoli bagnini foto

Si è tenuto l'evento conclusivo del progetto triennale organizzata dal Rotary Club Genova Golfo Paradiso e dalla Società Nazionale di Salvamento

Sori. Si intitola Piccolo Bagnino la manifestazione tenutasi lunedì 15 aprile alle ore 10,30, nella piscina comunale di Sori, il piccolo comune incastonato nella riviera ligure di Levante, organizzata dal Rotary Club Genova Golfo Paradiso e dalla Società Nazionale di Salvamento.

Si tratta dell’evento conclusivo del progetto triennale Piccolo Bagnino: un’iniziativa legata alla divulgazione della prevenzione dell’annegamento in età infantile, realizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Bogliasco e le piscine di Sori e Bogliasco.

Obiettivo del progetto è educare alla sicurezza della balneazione i bambini in età scolare, tra 6 e 10 anni, mediante la partecipazione a brevi corsi, appositamente sviluppati per loro, comprendenti una parte teorica ed una parte pratica in acqua. L’annegamento in età pediatrica rappresenta in Europa la prima causa di morte dei bambini tra 1 e 4 anni. Si stima che in Italia una quarantina di bambini l’anno muoiano per annegamento in mare o in piscina.

“Sì, perché succede che un’occasione di gioco, di esercizio fisico e di contatto con la natura si trasformi, anche, in tragedia – precisa l’ammiraglio Francesco Simonetti, membro del Comitato Scientifico della Società Nazionale di Salvamento – e, appunto nell’ottica della prevenzione responsabile, questo programma educativo vuole inserirsi”.

Nel corso di tre anni il diploma di piccolo bagnino è stato rilasciato ai circa duecento bambini che hanno portato a termine i corsi. Nel 2019 hanno partecipato al progetto 57 alunni appartenenti alle classi seconde e quinte della scuola primaria di Sori.

Nelle 20 ore del ciclo di istruzione hanno appreso da istruttori specializzati della Società Nazionale di Salvamento sezione di Nervi gli elementi basilari del nuoto di salvamento e le dieci regole d’oro per la sicurezza in mare, sostenendo al termine una prova pratica.

La consegna dei diplomi è avvenuta in un’atmosfera festosa, sotto lo sguardo compiaciuto delle maestre, dei familiari e, non ultimo, dei piccoli “eroi”.

Per un giorno, e per sempre, quindi, sono diventati baby watches, cioè piccoli bagnini, protagonisti attivi ed attenti nei confronti dei valori della sicurezza, della prevenzione per una balneazione consapevolmente sicura.