Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Levante, concluse somme urgenze post mareggiata in borgo Renà

I lavori di messa in sicurezza e difesa della costa e dell'abitato di Renà riprenderanno a settembre prossimo a stagione balneare conclusa

Sestri Levante. Sono conclusi gli interventi di somma urgenza relativi alla messa in sicurezza dell’arenile e delle relative infrastrutture a Renà, a Sestri Levante. La violenta mareggiata del 29 e 30 ottobre scorso aveva fortemente colpito la zona di Renà demolendo la scogliera di contenimento della piazzetta belvedere ed erodendo fortemente la strada via Vespucci, unico accesso carrabile alla frazione.

Il tempestivo intervento di somma urgenza ha consentito di preservare la funzionalità dalla strada eliminando le superfici verticali riflettenti del terrapieno, in conformità al piano di tutela dell’ambiente marino costiero regionale, attraverso l’arretramento della scogliera con una pendenza a 45 gradi.

I lavori hanno interessato anche il rifacimento delle ringhiere in legno danneggiate e il rifacimento del manto stradale.

Si è concluso anche l’intervento di ripascimento stagionale dalla foce del torrente Petronio con un apporto sull’arenile di Renà di oltre 2500 mc di sabbia, con relativa sistemazione e livellamento.

Gli interventi sono stati conclusi in tempo per consentire a tutte le attività commerciali della zona di riprendere la propria attività con l’inizio della stagione turistica 2019, a partire dal periodo pasquale a cui seguono i “ponti” del 25 aprile e del 1 maggio.

I lavori di messa in sicurezza e difesa della costa e dell’abitato di Renà riprenderanno a settembre prossimo a stagione balneare conclusa: gli stessi saranno finanziati attraverso il contributo di 700 mila euro tempestivamente richiesto dal Comune di Sestri Levante a Regione Liguria, corredato della puntuale progettazione degli interventi necessari

In totale il Comune di Sestri Levante ha richiesto a Regione Liguria 1,9 milioni per gli anni 2019 e 2020 suddivise in due tranche: 700 mila per lavori da avviare entro settembre 2019 e 1,2 milioni per il 2020. La prima tranche è stata quindi finanziata, e il Comune auspica una prosecuzione anche per il 2020 per consentire un completamento del riassetto costiero del borgo.