Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie A2: il Lavagna 90 impegna la capolista, il Camogli consolida la seconda posizione risultati fotogallery

Vittorie importanti in chiave salvezza per Sportiva Sturla e Rari Nantes Sori

Lavagna. Nella quarta giornata di ritorno del girone Nord della Serie A2, il Lavagna 90 ha provato a fermare la capolista Torino 81, ma è stato battuto di misura.

Successo con un gol di scarto anche per il Camogli, che mantiene la seconda posizione, e per la Vela Nuoto Ancona ai danni di una combattiva Crocera Stadium. Vittorie casalinghe molto preziose in chiave salvezza per Sturla e Sori.

Vediamo tabellini e resoconti redatti dalla Fin.

Rari Nantes Sori – NC Civitavecchia 5-4
Rari Nantes Sori: A. Benvenuto, D. Elefante, A. Megna, N. Elphick 3, A. Viacava, F. Stagno, Digiesi, V. Benvenuto, G. Penco 1, M. Morotti, E. Percoco, M. Pesenti 1, E. Costa. All. Cipollina.
NC Civitavecchia: Visciola, M. Muneroni, M. Minisini, De Rosa, L. Checchini 3, A. Ballarini, S. Ballarini, S. Carlucci, A. Pierri, D. Simeoni 1, Taradei, M. Greco, M. Pinci. All. Pagliarini.
Arbitri: Colombo e Magnesia.
Note: parziali 1-1 2-0 1-1 1-2. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Sori 1/8 + 2 rigori e Civitavecchia 0/7 + 1 rigore. Nel quarto tempo Pinci (C) para un rigore a Viacava (S).

Primo tempo equilibrato, al gol di Pesenti risponde Checchini. Nella seconda frazione di gioco vanno a segno solo i liguri, portandosi sul +2. Gli ospiti cercano di rientrare in partita con il gol di Checchini, ma lo scarto tra le due squadre, al termine del terzo parziale, rimane invariato grazie al rigore realizzato da Elphick (4-2). Nell’ultima parte di gara i laziali ci provano fino alla fine. Grazie al rigore realizzato da Checchini, autore di una tripletta, accorciano le distanze, ma i padroni di casa rispondono con la rete di Elphick, anche lui tripletta. L’ultima rete di Simeoni per i laziali a quaranta secondi dal termine arriva troppo tardi.

Sportiva Sturla – CS Plebiscito Padova 9-4
Sportiva Sturla: Ghiara, T. Baldineti 3, R. Giusti 1, P. Prian 1, S. Giusti, F. Bosso 1, M. Cappelli, E. Frodà, M. Oneto 2, A. Bonomo, I. Parodi, F. Dainese 1, M. Dufour. All. Ivaldi.
CS Plebiscito Padova: G. Calabresi, A. Segala 1, Sartore, M. Chiodo 1, M. Savio, J. Barbato 1, R. Gottardo, G. Leonardi, M. Zanovello 1, G. Destro, D. Rolla, L. Leonardi, M. Tomasella. All. Martinovic.
Arbitri: Braghini e Iacovelli
Note: parziali 0-1, 3-0, 4-2, 2-1. Usciti per limite di falli Prian (S) e Bonomo (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Sportiva Sturla 0/6 e Plebiscito PD 2/14. Cartellino rosso al tecnico Ivaldi (S) nel terzo tempo.

Nella prima frazione di gara soltanto una rete realizzata da Chiodo sfruttando l’uomo in più. Il secondo tempo è dominato dai padroni di casa, che si portano sul +2 grazie alle conclusioni di R. Giusti, Baldineti e Prian. Terzo parziale ricco di gol (4-2), già dopo 24 secondi i liguri mettono al sicuro la parità grazie alla doppietta di Oneto e alle reti di Baldineti e Dainese. Nell’ultimo quarto i veneti sfruttano una superiorità numerica con la conclusione di Segala, ma le reti di Baldineti, autore di una tripletta, e Bosso regalano i tre punti ai liguri.

Vela Nuoto Ancona – Crocera Stadium 11-10
Vela Nuoto Ancona: E. Bartolucci Donati, V. Lisica 3, M. Pugnaloni, S. Pantaloni, G. Baldinelli, R. Pieroni 2, Alessandrelli, A. Dipalma 1, T. Ciattaglia 2, D. Bartolucci, G. Sabatini, D. Cesini, G. Cardoni 3. All. Pace.
Crocera Stadium: G. Graffigna, G. Pedrini 2, M. Giordano 1, R. Ieno 2, P. Congiu, S. Figini 1, D. Ferrari, R. Tamburini 1, L. Fulcheris, L. Dellepiane, P. Bavassano 1, M. Manzone, A. Fulcheris 2. All. Campanini.
Arbitri: Roberti vittory e Minelli.
Note: parziali 3-3, 3-2, 3-1, 2-4. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Vela Ancona 2/10 + 1 rigore e Crocera 5/7. Espulsi per proteste L. Fulcheris (C) nel terzo tempo, Cardoni (A) e Congiu (C) nel quarto tempo.

Il primo tempo si conclude in parità dopo un botta e risposta tra le due squadre, con una doppietta di Cardoni. L’Ancona si porta in vantaggio (6-5) nella seconda frazione di gioco grazie alle conclusioni di Pieroni, Ciattaglia e Lisica su rigore. Gli ospiti rimangono in scia sfruttando le occasioni con un uomo in più. Nel terzo quarto i liguri non si arrendono e Pedrini realizza la sua seconda rete (8-6), ma i padroni di casa aumentano il distacco (+3). L’ultimo parziale della partita è molto combattuto, il Crocera non demorde e si avvicina al pareggio con la doppietta di A. Fulcheris e le marcature di Bavassano e Tamburini, ma i gol di Dipalma e Cardoni, autore di una tripletta, chiudono la partita.

Lavagna 90 – Reale Mutua Torino 81 Iren 7-8
Lavagna 90: A. Gabutti, M. Villa, F. Luce, M. Pedroni, L. Pedroni 1, F. Cimarosti 2, L. Bianchetti, F. Agostini, F. Cotella, G. Cotella, E. Menicocci, L. Magistrini 3, A. Casazza 1 (rig.). All. Berri.
Reale Mutua Torino 81 Iren: M. Aldi, Caliendo, A. Cialdella 1, Casagrande, A. Maffè 1 (rig.), S. Oggero 1, C. Brancatello 1, I. Vuksanovic 2, E. Capobianco 1, G. Loiacono 1, V. Audiberti, F. Gattarossa, G. Costantini. All. Aversa.
Arbitri: Gomez e Bonavita
Note: parziali: 0-2, 1-2, 3-3, 3-1. Espulso per proteste Agostini (L) nel quarto tempo. Usciti per limite di falli Vuksanovic (T) e Loiacono (T) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Lavagna 90 4/11 + 1 rig., Torino 81 4/8 + 1 rig.

La Reale Mutua Torino consolida il primato in classifica con il successo sulla Lavagna 90. Nonostante il punteggio, il match è sempre stato nelle mani dei piemontesi. Prima parte di gara all’insegna degli ospiti che si portano avanti 3-0 a metà del secondo periodo. Poi i padroni di casa con determinazione riescono a rimontare e quasi ad agganciare gli avversari nel terzo quarto grazie ai due gol in successione di Luca Pedroni e Magistrini che valgono il -1 (5-4). Replicano Maffè, Oggero e il capocannoniere del campionato Vuksanovic per l’8-4. I ragazzi di Berri riescono quasi di nuovo ad agguantare il pareggio, ma il tempo a disposizione è talmente che non permette di completare la rimonta (8-7).

Spazio Rari Nantes Camogli – Brescia Waterpolo 6-5
Spazio Rari Nantes Camogli: L. Gardella, L. Mantero, A. Iaci 3, F. Licata, A. Pellerano, G. Casale, L. Bisso 1, F. Simonetti, G. Cocchiere 1, N. Gatti 1, R. Molinelli, A. Cuneo, E. Rossi. All. Temellini.
Brescia Waterpolo: F. Massenza Milani, A. Laurini 1, M. Zugni 1, F. Legrenzi 1, Garozzo, Margotti, G. Tortelli, N. Tononi 2, R. Laisi, P. Zanetti, T. Gianazza, A. Sordillo, M. Gianazza. All. Sussariello.
Arbitri: Baretta e Boccia.
Note: parziali: 4-0 1-1 1-3 0-1 Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Camogli 0/5 + un rigore, Brescia 1/8 + un rigore. Ammonito il tecnico Sussariello (Brescia) per proteste nel quarto tempo. Espulso Licata (Camogli) per proteste nel quarto tempo.

La RN Camogli riesce a spuntarla su un’agguerrita Waterpolo Brescia che scalda tardi i motori e perde con una sola rete di scarto. Primo quarto dominato dai padroni di casa 4-0, poi un pareggio che li manda al cambio campo con il vantaggio inalterato. Nel terzo tempo si rifanno sotto i lombardi con il 3-1 di mini break. Distanza ancora accorciata con la rete di Tononi a meno di un minuto dall’inizio dell’ultimo parziale, ma i ragazzi di Sussariello non riescono a ricucire completamente lo strappo. La partita finisce 6-5 con il rimpianto dei bresciani che rimangono in coda alla classifica insieme a Sori.