Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pro Recco contro Rari Nantes Savona, 18 a 5 con la testa ad obiettivi diversi foto

Come preventivabile partita senza storia. Biancocelesti verso il rush finale per Scudetto e Champions, savonesi a caccia di punti salvezza

Sori. La stagione regolare della Serie A1 si avvia alla conclusione e per la quartultima giornata di campionato si affrontano Pro Recco e Rari Nantes Savona, nella vasca di Sori. Un confronto sulla carta impari, alla luce dello strapotere dei campioni d’Italia in carica, squadra costruita per fare il pieno di trofei. I biancorossi, undicesimi in classifica, dovranno cercare nei prossimi tre incontri i punti utili per raggiungere la salvezza dalla retrocessione.

rari

La cronaca. Si gioca davanti ad un centinaio di spettatori. Il risultato si sblocca dopo 1’10” con una rete di Filipovic. Piombo esce sanguinante da uno zigomo dopo un contatto fortuito.

Lorenzo Bianco va nel pozzetto e la difesa biancorossa se la cava. A 3’51” Velotto in controfuga raddoppia. Poco dopo un siluro di Di Fulvio scheggia il palo. Missiroli, oggi titolare, dice no a Bukic, giunto a tu per tu col portiere dopo un errore di Grossi. A 22″ dalla prima pausa Molina fa tris.

Piombo ritorna in panchina con tre punti di sutura. I locali sembrano non voler concedere nulla, pressano alto e sfruttano il secondo fallo grave di Lorenzo Bianco per segnare il 4 a 0 con Aicardi.

La Rari resiste in altre due occasioni in inferiorità. Ma in fase offensiva fatica ad impensierire Bijac e spesso fatica a concludere nei 30″. A 3’49” Filipovic realizza il 5 a 0.

A 1’41” dalla metà gara Filipovic va nel pozzetto: primo fallo grave dei biancocelesti. Angelini chiama time-out e l’azione porta alla rete di Ettore Novara per il 5-1. Missiroli devia fuori un tiro di Bukic. Poi la Rari si salva ancora in inferiorità, tenendo la Pro Recco ad una bassa percentuale.

In apertura di secondo tempo Bijac para un tiro ravvicinato di Giovanni Bianco ma poco dopo ci pensa Ettore Novara a realizzare il meno 3. Immediata la risposta recchelina con Aicardi.

A 5’30” rigore per la Pro Recco e il mancino di Filipovic non perdona: 7 a 2. Espulso Echenique e Vuskovic trova il varco per la terza rete savonese.

Un assolo di Velotto tra le calottine savonesi vale il nuovo più 5. Corio va nel pozzetto e Di Fulvio prosegue nella serie di partite sempre a segno. Poi Figari realizza il 10 a 3 e si ripete a 39″ dal termine del terzo tempo.

Quarta frazione, in porta per i locali c’è Tempesti. La Pro Recco guadagna un rigore per fallo di Colombo. Renzuto lo trasforma. Una Rari ormai dimessa concede lo spazio a Di Fulvio per il 13 a 3. Poi è Velotto ad andare ancora a segno.

La Pro Recco non tira i remi in barca e dilaga: gol di Di Fulvio. Tra i locali ci si contende il titolo di top scorer di giornata e se lo prende Velotto con il poker personale. Un gran tiro di Giovanni Bianco sblocca i biancorossi per il 16 a 4. Una fucilata dalla distanza di Figari sigla il nuovo più 13. Poi Echenique insacca il pallone del 18 a 4. Giovanni Bianco si prende la soddisfazione di chiudere le marcature con il quinto gol ospite.

Il tabellino:
Pro Recco – Carige Rari Nantes Savona 18-5
(Parziali: 3-0, 2-1, 6-2, 7-2)
Pro Recco: Tempesti, F. Di Fulvio 3, Bodegas, Bukic, Molina 1, Velotto 4, Aicardi 2, Echenique 1, Figari 3, F. Filipovic 3, A. Ivovic, Renzuto Iodice 1, Bijac. All. Ratko Rudic
Carige Rari Nantes Savona: Soro, Boggiano, Grossi, Vuskovic 1, L. Bianco, Corio, Piombo, Milakovic, G. Bianco 2, G. Novara, E. Novara 2, Colombo, Missiroli. All. Alberto Angelini
Arbitri: Raffaele Colombo (Como) e Alessia Ferrari (Genova).
Note. Usciti per limite di falli: L. Bianco nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Pro Recco 4 su 10 più 2 rigori segnati, Savona 2 su 3.