Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Prandelli: “Ero convinto che il Genoa potesse fare un buon secondo tempo” risultati

Il mister non ha ancora risolto le questioni tattiche e ha spiegato il perché dei cambi di modulo

Genova. Un punto importante per l’autostima alla squadra oltre che per la classifica, è chiaro comunque che quando ci sono degli episodi a sfavore diventa tutto più complicato. Cesare Prandelli analizza il pareggio per 1-1 tra Spal e Genoa: “Siamo partiti bene, ripartivamo con buona convinzione, ma al gol è arrivato il momento di sfiducia. A fine primo tempo ho cercato di dare un po’ più di coraggio, cercando di violentare dal punto di vista mentale la squadra, perché ero convinto che potessero fare un buon secondo tempo”.

Stavolta la fortuna, che tante volte ha girato le spalle al Grifone, ha assistito i rossoblù sul risultato, ma non si può certo dire dal punto di vista degli infortuni: Mazzitelli è stato costretto a uscire: “Mi spiace molto – dice Prandelli – oggi per lui un nuovo stop per problemi fisici, abbiamo perso un altro centrocampista, ora dobbiamo cercare di recuperare tutti quelli che possiamo recuperare e presentarci con determinazione alla prossima partita contro la Roma”.

A segno Lapadula, alla prima rete in campionato: “Un gol importante per lui – commenta il mister rossoblù – per la squadra, per tutti”. Prandelli svela anche il movimento in panchina quando Lapadula ha deciso di tirar lui la punizione che si era guadagnato durante il match: “Siamo d’accordo che da quella posizione le tirano o Criscito o Lazovic, poi Mimmo ha dato l’ok a Lapadula e per me allora andava bene. Poi però gli ho detto che se si sente di tirarle si alleni al venerdì come gli altri. Mi piace il suo spirito, ma non dobbiamo improvvisare”.

L’allenatore rossoblù ha effettuato ben tre cambi di modulo in questa partita: “Come abbiamo provato a giocare nel secondo tempo con due punte e tre centrocampisti è un sistema di gioco interessante, ma non so se possiamo permettercelo sempre, nelle chiusure eravamo un po’ in difficoltà”.

Proprio dal punto di vista tattico Prandelli lascia capire che tutto sarà ancora un’incognita in vista della partita contro la Roma. Da martedì la squadra tornerà al lavoro e si vedrà come affrontare i giallorossi anche a seconda degli elementi che saranno a disposizione.