Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, via Porro e Campasso: ecco i civici demoliti e quelli “salvati”

Questo almeno in base ai piani attuali. Le case non saranno fatte andare giù con l'esplosivo ma "smontate"

Genova. Saranno soltanto quattro gli edifici di via Porro, sotto il moncone est di ponte Morandi, a essere demoliti. Lo ha detto il direttore della struttura commissariale per la ricostruzione del viadotto Polcevera Roberto Tedeschi oggi durante una commissione consiliare. In totale i palazzi rimasti disabitati dopo il crollo del 14 agosto e acquisiti dalla struttura commissariale sono sette (11 civici) in via Porro sotto la pila 10, oltre un altro palazzo con due civici in via del Campasso, oltre la pila 11.

Tedeschi ha anche spiegato che la demolizione dei palazzi è prevista tra maggio e giugno e ha confermato che avverrà in modo meccanico. “Il Comune di Genova potrebbe valutare di ricomprare, in futuro, dallo Stato, i palazzi che non saranno demoliti” ha aggiunto. Non si sa ancora per quale scopo. In teoria, in base al Quadrante Valpocevera di cui il Comune di Genova sta per mettere a bando la progettazione, nell’area sotto il futuro ponte dovrebbero sorgere una piazza, un parco urbano, una pista ciclabile e un viale alberato.

I civici corrispondenti ai quattro palazzi che saranno demoliti sono: 6a, 8, 10, 12, 14, 16, 7 e 9 di via Porro, quelli che saranno “salvati” sono i civici 5, 6 e 11 di via Porro e il 39 e il 41 di via del Campasso.