Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

‘Per Genova’, il disco “dal basso” con i classici della canzone “de niâtri” per i lavoratori della zona rossa

Alcuni intramontabili grandi classici della nostra tradizione reinterpretati per sostenere chi ha perso il lavoro 'sotto il ponte'

Genova. Un disco, undici brani e venti artisti, per provare ad aiutare i lavoratori le cui aziende sono state colpite direttamente dal crollo di Ponte Morandi. Una produzione dal basso, nata da chi con la musica ci lavora: tanti artisti tra cui molto genovesi che, anche se costretti “all’esilio”, il cuore lo hanno lasciato a Genova.

Tutte le canzoni fanno parte della storia genovese, e la loro reinterpretazione è una sorta di “dichiarazione d’amore” per quello che hanno simboleggiato e tutt’ora simboleggiano per la cultura di Genova nel mondo.

Nonostante l’alto livello degli artisti partecipanti, si è scelta la via della sobrietà, senza grandi eventi (e grandi cappelli istituzionali) a sponsorizzare un’operazione che ha nel suo fine il senso: aiutare i lavoratori con il proprio lavoro. Per questo sulla pagina dedicata di Produzioni dal Basso, c’è la possibilità di sostenere questa iniziativa, “acquistando” semplicemente il disco (per dieci euro) oppure scegliendo un altro livello di supporto.

Il progetto nasce da un’idea di Ila Scattina che, in qualità di regista della web serie Testimoni di Genova nonché cantautrice, dopo il crollo del Ponte Morandi pensa che sarebbe una buona idea quella di fare un disco di canzoni genovesi per raccogliere fondi da destinare a chi ha subito le conseguenze del crollo del ponte.

Il disco, scaricabile solo digitalmente, doveva inizialmente constare di un pugno di canzoni già cantate da Ila nelle sigle finali degli episodi dei Testimoni di Genova , ma presa dall’entusiasmo, a Dicembre 2018, Ila (genovese di nascita e lombarda di adozione) decide di coinvolgere altri musicisti sia genovesi che lombardi.

Il nome “Ila and her fellows ” nasce nel 2014 per il rappresentare un collettivo di musicisti che realizzò un disco di brani classici del repertorio tradizionale americano. Una nuova formazione dei “Fellows” arriva oggi nel progetto “Per Genova” ed è così composta: Ila Scattina, Francesco Garolfi, Andrea di Marco, Roberto Tiranti, Teo Marchese, Emilio Pastorino, Rafael Didoni, Rocco Bergamelli, Luciano Ravasio, Riky Anelli, Andy Brevi, Beppe Maggioni, Alessandro Ducoli, Daniele Gozzetti, Fabrizio Gelli, Alberto Sonzogni, Robi Zonca, Andy Ronchi e Teo Airoldi, Claudia Cazzoli.

Il disco contiene 11 brani che spazieranno tra canzoni tradizionali come ” Ma se ghe penso ” a brani storici come ” Crêuza de mä ” di Fabrizio de Andrè. Da sottolineare la presenza di ” Genova per noi ” realizzata da un gruppo di “foresti” che, proprio come Paolo Conte, cantano il loro amore per la Superba. Tutti i soldi raccolti andranno direttamente al Comitato Lavoratori Zona Rossa , per aiutare le famiglie dei lavoratori di Piccardo, Vergano e Lamparelli, rimasti senza lavoro .