Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mura sconfitto e felice. San Desiderio direttamente in finale playoff risultati

Biancorossi sconfitti dal Masone che, però non riesce ad accedere ai playoff nonostante il quinto posto. Olimpia e Old Boys si sfideranno per la salvezza

Si chiude la regular season del campionato di Seconda categoria Girone D con una sconfitta per il Mura Angeli, già campione da alcune settimane che cede il passo ad un Masone che ambiva ad accedere ai playoff. Gara che i biancorossi giocano a cuor leggero, mentre i valligiani mettono in campo il massimo delle forze trovando il gol al quarto d’ora con una staffilata di Galleti dalla distanza che mette fuori gioco il portiere locale. Al 21° pareggio del Mura con De Nitto pescato in profondità, che controlla e calcia da posizione defilata: tiro preciso che batte Ingallinera. Masone che risponde immediatamente e torna avanti grazie anche alla complicità di una difesa locale già in vacanza. Palla che danza in area e Rotunno è il più rapido ad avventarsi sulla sfera per l’1-2 masonese.

Si va al secondo tempo che inizia su buoni ritmi, ma le difese sembrano essersi registrate e per vedere un gol occorre attendere il 75° quando Guiducci e Sadi intervengono sullo stesso pallone scontrandosi e lasciando la sfera a disposizione di Gonzales che da dentro l’area batte il portiere per l’allungo del Masone. Mura che va un po’ fuori giri e al 77° Pastorino viene atterrato in area. Dal dischetto va Rotunno che chiude virtualmente la sfida portando gli ospiti sull’1-4. Sembra tutto chiuso, invece un altro rigore, stavolta per i padroni di casa, viene calciato da Pozzuolo che accorcia le distanze. All’80° Cepollina accorcia ancora con un gran tiro imparabile per Porrata. Tassistro poi fallisce il poker per i biancorossi che alla fine cedono al Masone.

Valligiani, che però devono rassegnarsi: non parteciperanno ai playoff. Dagli altri campi infatti arrivano solo notizie pessime. Il San Desiderio strapazza un’Olimpia che vola direttamente nella finale spareggio di playout, mentre al contrario i gialloblù approdano alla finalissima di playoff. Gara già chiusa nel primo tempo con la tripletta di Tezza, e il rigore di Bisogni che mandano al riposo le squadre sul 4-0. Nella ripresa, seconda rete di Bisogni e  sesto gol firmato Ottonello.

Inutile lo sforzo del Masone anche alla luce del pareggio fra Campi Corniglianese e Pontecarrega, l’unico risultato che avrebbe escluso i valligiani dagli spareggi promozione. In palio c’è la posizione migliore per i playoff che garantisce due risultati su tre. Apre Barraco al 18° e Martini allunga al 42° con il 2-0 che ipoteca la vittoria. Pontecarrega che reagisce e accorcia con Salvini al 45° per poi pareggiare al 60° con Lutero. Finisce in parità e il Campi conserva quindi il terzo posto e attenderà quindi ancora i biancorossi per la semifinale playoff.

Una dolce sconfitta per la Rossiglionese che viene mandata al tappeto da una Bolzanetese che aggancia così proprio i bianconeri a quota 32 punti. Squadre che giocano senza pensieri di sorta e Bolzanetese che la sblocca al 42° con un gol in tuffo di Micalizzi. Pareggia al 45° Civino e si va al secondo tempo in cui la squadra di casa si scatena e va sul 2-1 con Giacobone di testa al 58°. Al 65° allungo decisivo di Cocchella che fa 3-1 e poker firmato da Zangla. Ritmi che calano poi e Rossiglionese che prova a rilanciarsi accorciando con De Gregorio, ma al 90° arriva la manita firmata Giacobone che batte Viazzi in uscita. 

Tre reti e il Mele chiude vincendo e piazzandosi al sesto posto con il 3-0 rifilato ad un Atletico Quarto sotto tono. Apre Balotelli dopo soli 4’. Bellotto allunga al 20°, poi nel secondo tempo arriverà anche la terza rete firmata al 60° da Tamai che chiude definitivamente la gara.

Doveva vincere per chiudere il discorso salvezza il Carignano che non fallisce l’appuntamento con il Libraccio, già retrocesso da tempo, e vince non senza faticare. La rete di Salucci al 4° sembra mettere subito in discesa la gara dei gialloblù che poi allungano grazie ad un calcio di rigore di Giometti al 20°. Profumo, però al 25° accorcia le distanze e costringe i padroni di casa a difendersi fino al 90°, quando può partire la festa per la salvezza matematica.  Non è bastata quindi la vittoria netta degli Old Boys Rensen sul Campo Ligure Il Borgo per evitare di finire direttamente alla poco ambita finale di playout. Gli arenzanesi trovano l’1-0 al 40° con Damonte. Poi la gara stalla per larghi tratti finché nel finale arrivano anche i gol di Rossi e del presidente – giocatore Miravalle che firma il 3-0 che vale solo per le statistiche visto che il Carignano resta a +8 e lascia al terz’ultimo posto gli arancioneri che ospiteranno l’Olimpia forti di due risultati utili su tre.