Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mobilitazione antirazzista del 6 aprile, domani al varco Albertazzi un’assemblea per individuare nuove forme di protesta

Il giorno dell'arrivo del ministro Salvini a Genova 300 antirazzisti e antifascisti hanno simbolicamente bloccato alcuni varchi portuali

Genova. Dopo la manifestazione antirazzista del 6 aprile che, nel giorno della presenza del ministro Salvini a Genova, ha scelto di muoversi verso ponente bloccando simbolicamente i varchi portuali dietro lo slogan “chiudiamo i porti ai razzisti”, gli organizzatori hanno deciso di riprendere il filo della protesta con un’assemblea pubblica.

L’appuntamento è domani, martedì 30 aprile, alle 18 al piazzale di fronte al varco Albertazzi.

Obiettivo dell’assemblea in piazza, come si legge nel volantino che convoca l’appuntamento, è “immaginare forme di contrasto e lotta concrete” contro le politiche di governo di Salvini che, oltre che “razziste” sono viste come “funzionali ad alcune necessità dell’economia, tutte a favore dei padroni e contro i lavoratori”.

“Possiamo aspettarci qualcos‘altro da altre forze politiche o hanno già dimostrato di rappresentare gli stessi interessi e di esprimere un razzismo solo un po’ meno becero? E’ possibile, contro la Legge Salvini e contro il futuro di miseria e bastonate che Lega e 5stelle stanno organizzando, immaginare forme di contrasto e lotta concrete?” si domandano gli organizzatori che chiamano a un pomeriggio di riflessione su questi temi.