Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Ospedaletti vola in Eccellenza. Sestrese ed Arenzano sperano ancora nei playoff risultati

Genovesi che inseguono la Loanesi che mantiene ancora 7 punti sulla coppia

Mancava solo la matematica che è finalmente e meritatamente arrivata per l’Ospedaletti che sale ufficialmente in Eccellenza, vincendo con due giornate d’anticipo il campionato di Promozione Girone A grazie alla vittoria netta sul Ceriale che a sua volta si giocava le carte per un miglior posizionamento per i playout. Apre le marcature Travella che al 47° infila Breeuwer e firma l’1-0. Al 60° Scappatura firma il proprio undicesimo centro stagionale mettendo al sicuro il parziale. Ciliegina che fa partire la festa arancionera di Ventre che all’85° cala il tris. Ospedaletti che si conferma regina incrontrastata del campionato, Ceriale che dovrà invece affrontare un finale di stagione in salita.

Incontro testa – coda anche fra Loanesi e Varazze con i rossoblù che blindano il secondo posto e si apprestano quindi ad affrontare i playoff da favoriti. Succede tutto in un finale incandescente dopo che la gara era stata bloccata praticamente dal primo minuto. All’87° il Varazze resta in dieci per l’espulsione di Fazio, ma trova la forza per passare in vantaggio in pieno recupero con Gagliardi. I nerazzurri sognano la salvezza diretta, ma tutto sfuma dopo un solo minuto perché Boiga replica e la gara termina 1-1. Risultato tutto sommato giusto che tiene aperti i giochi in zona playout per i varazzini. Loanesi che invece proverà nelle le ultime due partite a mettere i punti necessari per evitare i playoff.

In una giornata particolare che metteva di fronte le squadre in lotta per salire con chi invece non vuole scendere, pareggiano anche San Stevese e Sestrese con i genovesi che quindi vedono sfumare la possibilità di agganciare il secondo posto, mentre i ponentini restano appaiati proprio al Varazze a quota 29 punti e saranno quindi protagonisti del rush finale. Rete del vantaggio biancoverde di Zani su calcio di rigore al 44°, replica nella ripresa di La Greca che irrompe in area e impatta il parziale.

Giornata che arride invece alla Voltrese che travolge l’ormai retrocesso Mignanego e accorcia sulle stesse Varazze e San Stevese. Protagonista assoluto in avvio è Termini che firma la doppietta che fra il 25° e il 31° ipoteca già il risultato. Al 45° Boggiano chiude virtualmente la gara. Arriveranno poi i gol anche di Angius al 49°, Limonta al 70° e Balestrino al 90° che completa una giornata perfetta per i gialloblù.

Gara spettacolare e ricca di emozioni fra Vallescrivia e Bragno con i biancoverdi in lotta per tenere vive le speranze playoff (al momento i savonesi sono a -8 dalla Loanesi). Vallescrivia che invece gioca senza pensieri e tiene ottimamente il campo. Botta e risposta nel finale di primo tempo con Romeo che la sblocca al 38° per gli ospiti e Fassone che tre minuti dopo replica per gli arancioneri. Anselmo chiude il primo tempo riportando in vantaggio il Bragno al 45°.

Nella ripresa la sagra del gol continua con le squadre che non si risparmiano. Al 47° pareggia Traverso, ma dieci minuti dopo ancora Bragno con Freccero che fa 2-3. Al 77° episodio che potrebbe cambiare la partita perché Croce provoca un calcio di rigore e viene espulso. Sullo stesso penalty Fassone pareggia ancora i conti. Il Bragno non si arrende e nonostante l’uomo in meno spinge forte e all’83° si guadagna un calcio di rigore che Anselmo realizza. Bragno che si chiude poi per cercare di difendere il quarto vantaggio di fila, ma il Vallescrivia punta non vuole perderla e Vicini, entrato nella ripresa ritrova il pareggio firmando il definitivo 4-4.

L’Arenzano non molla la presa per i playoff e batte il Serra Riccò agganciando la Sestrese e accorciando anche sul secondo posto, irraggiungibile, ma ora a 7 punti di distanza. Serra che gioca senza timori, con una salvezza blindata, ma l’Arenzano sa di dover giocare per i 3 punti e al 37° si porta in vantaggio con una splendida azione corale che consente a Metalla di infilare la palla in porta da due passi. Gli ospiti rientrano nel secondo campo e spingono da subito per chiudere la gara. Al 55° così la pressione rivierasca dà i suoi frutti perché la difesa genovese va in tilt e un erroraccio fra il portiere ed un difensore consente l’inserimento di Anselmo che deve solo spingere la sfera in porta. Al 61° il Serra torna in gara, però con un gol in mischia di Re. Da qui la gara viene presa in mano dai gialloblù che spingono, ma rischiano anche varie volte di subire il terzo gol su contropiede. Finisce 1-2 per l’Arenzano che fa valere le proprie maggiori motivazioni.

Vince il Legino che si impone in rimonta sulla Dianese avvicinandosi al sesto posto. I savonesi vanno sotto al 39° per il gol di Colli, ma reagisce prontamente e grazie ad uno scatenato Murabito ribalta subito la situazione. Doppietta in tre minuti dell’attaccante locale che manda le squadre al riposo sul 2-1. Nel secondo tempo gara stabile con il gol che chiude la gara all’86° firmato da Cerato.

Chiude il turno l’importante vittoria di stretta misura del Celle sul Taggia. Rete decisiva di Giguet al 60°. Cellesi che trovano così 3 punti pesanti in chiave salvezza contro un Taggia ormai senza più obbiettivi se non quello di chiudere al meglio possibile la stagione.